Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

• Rocca d’Aspide (Salerno) 4 agosto 1957. Attore. Doppiatore. Studi all’Accademia d’arte drammatica Silvio D’Amico (1979-1982), debutto con Gabriele Lavia nel Tito Andronico, ha alternato drammaturgie classiche e contemporanee, tra l’altro regista e interprete della commedia musicale Gastone, regista di Muratori di Edoardo Erba e de Il Borghese gentiluomo di Molière, in cui ha interpretato monsieur Jourdain. Fa coppia nella vita e sul palcoscenico con la cantante Tosca, diretta ne La strada (lei Gelsomina, lui Zampanò): insieme hanno fondato la compagnia Padiglione delle Meraviglie. Ha scritto il testo della canzone Il terzo fuochista, che Tosca ha presentato a Sanremo 2007. Visto anche al cinema in La famiglia (Scola 1986), Marrakech express (Salvatores 1989), La terra (Rubini 2006). In tv nelle fiction Pompei (Raiuno 2007), Mogli a pezzi (Canale 5 2008), Il commissario De Luca (Raiuno 2008), scritta da Carlo Lucarelli, Intelligence – Servizi & segreti (2009), Il peccato e la vergogna (2010), Né con te né senza di te (2012), L’onore e il rispetto (2014), ecc.
• Come doppiatore ha dato voce a Bruce Willis in The Jackal, Kurt Russell in Fuga da Los Angeles, Richard Gere in Io non sono qui ecc.
• «Fisico da corazziere e volto granitico» (Rodolfo di Giammarco).
• «Mi coinvolgono in ruoli molto caratteriali, di cattivo e di buono. Tempo fa mettevo paura per strada perché la gente mi vedeva nella parte dell’orrido Carrano di Distretto di polizia, ma ho corretto il tiro facendo il commissario Mangano della fiction Il capo dei capi».