Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

• Roma 31 maggio 1927. Ingegnere. Futurologo. Tra i suoi libri Il Medio Evo prossimo venturo (edit., 1971) che gli diede la popolarità. «Lo scienziato/divulgatore/scrittore italiano più noto all’estero» (Francesco Grasso).
• «La madre, Virginia de Bosis Vacca (...), aveva iniziato nel 1927 a scrivere recensioni di libri inesistenti. Nel frattempo, insegnava a scrivere al figlio Roberto con il piglio del caposervizio di cronaca, gli dava un articolo di giornale e gli diceva: “Riscrivilo. Devi dire tutto quello che dice l’originale, ma devi dimezzarne la lunghezza”. Virginia era mezza americana (...) da ragazza studia l’arabo all’Istituto Orientale e incontra Giovanni Vacca, suo futuro marito, professore di cinese» (Barbara Palombelli).
• Laurea in Ingegneria elettronica nel 1951, ha insegnato Calcoli elettronici all’Università di Roma e Sistemi al Politecnico di Milano, ha lavorato per l’Ocse sui sistemi elettronici di controllo del traffico urbano e autostradale, ha condotto trasmissioni televisive di divulgazione scientifica. Anche saggista e scrittore di fantascienza, nel suo ultimo romanzo Kill? (Marsilio 2005) racconta di come un passante riesca a salvare Berlusconi da un attentato.
• Così ha immaginato l’Italia nel 2020 («se non effettueremo scelte che si impongono in materia di energia»): «In città saranno poche le automobili private mentre più intenso sarà il trasporto pubblico. Sulle autostrade circoleranno soltanto i camion e le auto saranno proibite (...) Nelle case gli ascensori saranno disponibili soltanto a partire dal sesto piano (...) Interruzioni di corrente diventeranno la norma e noi ci organizzeremo in base al bollettino delle previsioni di blackout».
• Dal 2014 è presidente onorario di Bip – Best Ideas & Projects.