Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 19 Martedì calendario

• Licodia Eubea (Catania) 20 settembre 1934. Detto Enzo. Avvocato. Politico. Eletto alla Camera nel 1972, 1976, 1979, 1983, 1987, 1992, 1994, 1996, 2001 (Msi, An). Sottosegretario agli Esteri nel Berlusconi I (1994-1995). Dal 2002 al 2004 fu presidente della commissione Telekom Serbia.
• «Politico di lungo corso, felpato, cardinalizio, l’eloquio del penalista scafato, uno che fa il baciamano alle signore con leggero inchino. Il Maestro, come lo chiamano, tra il deferente e l’ironico, i colleghi di Alleanza nazionale. Le battute: la sua specialità. Nostalgico della monarchia, ma perfettamente inserito nelle istituzioni repubblicane» (Alessandra Longo).
• Marcello Dell’Utri l’ha voluto nel proprio collegio difensivo e anche Nitto Santapaola si è affidato alle sue capacità fino a quando l’onorevole ha rinunciato all’incarico per una scelta interiore.
• Ha uno studio di 24 avvocati tra cui suo figlio Enrico.
• Appassionato dei classici della letteratura, «era rapito dagli Ossi di seppia (di Eugenio Montale)».