Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

• Impruneta (Firenze) 28 novembre 1984. Attrice. Da ultimo vista in Sapore di te (Carlo Vanzina 2014). In tv, Caruso, la voce dell’amore (Stefano Reali 2012) e Tiberio Mitri, il campione e la miss (Angelo Longoni 2011). «Vengo da una famiglia di donne, gli uomini o sono morti o sono scappati o li abbiamo buttati fuori».
• «Bionda, occhi scuri, snella ma con le curve giuste, tenera, maliziosa, schietta. Toscana che vive in campagna, qualche sfilata per avere due lire tutte sue, è stata lanciata in L’ultimo bacio da Muccino che le ha dato la parte della studentessa capace di far perdere la testa a Stefano Accorsi» (Simonetta Robiony).
• «È da quando avevo otto anni che recitare è la mia passione. I miei mi hanno portata a vedere Il mago di Oz a teatro. Da allora li ho tormentati con le mie recite casalinghe finché non mi hanno mandato a una piccola scuola dove imparare qualcosa».
• Ha scritto la prefazione del libro di Ruth Carpenter Ti ha detto niente la mamma?, su come essere una perfetta padrona di casa: «Il bon ton esiste ma mi fa venire i crampi allo stomaco».
• Nota anche come ex fidanzata di Valentino Rossi e Lapo Elkann, da lei lasciato di corsa appena si mise nei guai (tale fu lo choc che da allora soffre di attacchi di panico). Una figlia, Ginevra, avuta nel 2012 dall’hair styilist Gabriele Gregorini. I due si sono lasciati nel 2014: «Sono convinta che per la serenità dei figli non bisogna stare insieme a tutti i costi. Io non lo farò».
• «Sono gelosa soprattutto delle donne more perché, e non so davvero spiegarmi il motivo, se i miei ragazzi vanno con le bionde sono più contenta».