Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 14 Giovedì calendario

• Roma 22 gennaio 1953. Architetto. Dirigente. Dal 2013 amministratore delegato di Invimit Sgr, «la società del Tesoro che dovrebbe provvedere alla valorizzazione ed eventuale cessione del patrimonio immobiliare della pubblica amministrazione» (Stefano Sansonetti). Dal 2000 al 2008 direttore dell’Agenzia del Demanio (nominata dal governo di centrosinistra, sempre confermata nell’incarico dai diversi esecutivi). È considerata una super-tecnica di procedure. A lei è stata affidata la dismissione di alcune centinaia di caserme e siti militari. Attiva anche nel censimento e nelle procedure di destinazione dei beni sequestrati alla criminalità organizzata.
• Con 394 mila euro complessivi figurava in ottima posizione nella classifica dei manager pubblici più pagati nel 2006.
• Nel 2007 sotto inchiesta in merito alle procedure per la realizzazione del villaggio turistico Marinagri, in Basilicata: la Procura di Catanzaro la accusò di aver riconosciuto a Marinagri la proprietà di una parte dell’area interessata, che invece era demaniale.
• È stata sposata con Marco Follini, una figlia.