Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 15 Venerdì calendario

• Reggio Emilia 27 aprile 1957. Politico. Dal 2004 al 2009 presidente della Fondazione Manodori (primo azionista italiano di Capitalia prima della fusione dell’istituto con Unicredit). Ex sindaco di Reggio Emilia (1991-2004). Nel 2009 si è candidata nuovamente per le elezioni a capo di una lista civica alleata con l’Udc, ottenendo il 6,8% dei voti.
• «Per il suo carattere forte e per la sua capacità di muoversi nei meandri del potere, a Reggio Emilia si è conquistata il soprannome di Zarina» (Raffaella Galvani).
• «Un diploma di ragioneria alle spalle, si fa le ossa nel mondo cooperativo con il consorzio alimentare Progeo, da cui approda alla Federcoop di Reggio Emilia. E qui conquista un ruolo importante quale presidente dell’Associazione provinciale cooperative di servizi. Con il mondo delle coop non taglia mai del tutto i cordoni. Infatti si mette in aspettativa quando fa il salto nella politica attiva, partendo da segretario del comitato cittadino (si muove nell’area del Pds), per arrivare nel 1991 alla poltrona di primo sindaco donna di Reggio Emilia. Un incarico che terrà per due mandati e mezzo, guidando giunte di centrosinistra fino al 2004 (...) Molto amata dai cittadini, che le devono, oltre agli asili migliori d’Italia anche la nascita dell’Università Reggio Emilia Modena, il ponte sull’autostrada realizzato dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava e la fermata della Tav a Reggio Emilia» (Raffaella Galvani).
• Nel 2012 era terza nella classifica dei redditi più alti dei consiglieri comunali di Reggio Emilia, con un guadagno di 96 mila euro annui.