Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 19 Martedì calendario

• Crevalcore (Bologna) 22 gennaio 1939. Da giugno 2014 presidente della Cremonese. Ex calciatore di Mantova, Napoli, Torino, Juventus, Brescia, Genoa («un trequartista di classe che sapeva anche rientrare», nella definizione dell’ex allenatore della Nazionale Edmondo Fabbri, quello che nel 1966 perse con la Corea), da allenatore ha ottenuto sette promozioni in serie A (Genoa 1976, Brescia 1980, Genoa 1981, Pisa 1985, Pisa 1987, Cremonese 1993, Ancona 2003). Con l’Inter vinse la coppa Uefa 1998, anno in cui finì secondo in campionato dietro la Juventus (favorita da numerose decisioni arbitrali, a cominciare dal rigore negato dall’arbitro Ceccarini a Ronaldo per fallo di Iuliano nel match decisivo).
• Suscitò commozione, nell’ottobre del 1999, la morte del figlio Adriano, vittima di un incidente stradale.