Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 15 Venerdì calendario

• Castellaneta (Taranto) 26 ottobre 1932. Giudice. Ex presidente del Consiglio di Stato (2006-2007). Fu presidente dei Tar di Lombardia, Abruzzo e Lazio e presidente del Consiglio di giustizia amministrativa della Regione Sicilia. Membro dell’Astrid, Associazione per gli studi e le ricerche sull’innovazione nelle amministrazioni pubbliche fondata dall’ex ministro Franco Bassanini.
• Da tempo «nella lista di magistrati amministrativi e contabili italiani che abbinano gli emolumenti degli incarichi pubblici ai guadagni delle commissioni di concorso, dei collaudi e dei lodi arbitrali» (Gianfrancesco Turano) [Esp 12/1/2012].
• «È uno dei magistrati finiti nel pasticciaccio degli incarichi extragiudiziali. Un big degli arbitrati (…). “Sono un uomo di legge. Ho fatto parte di collegi arbitrali quando era consentito. Spesso obbligatorio, per difendere lo Stato nelle controversie con i privati. Quando sarà proibito, smetterò”» (a Felice Saulino) [Cds 4/8/1996].