Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

• Busto Arsizio (Varese) 31 maggio 1963 – Roma 8 novembre 2011. Manager. Fu, dal 2008 fino alla morte, presidente dell’Inail. Deputato della Lega dal 1992 al 1996, fu presidente della commissione Lavoro di Montecitorio e relatore della riforma Dini.

• «Dopo un litigio con Umberto Bossi non fu ricandidato, e ricadendo sotto l’ala protettrice di Maroni ne divenne capo della segreteria politica al ministero del Welfare. Successivamente sempre Maroni lo fece nominare presidente della società Italia Lavoro» (Roberto Giovannini).
• «È stato componente del Nucleo di valutazione della spesa previdenziale (dal 2002 al 2006) e vice commissario nella procedura di amministrazione straordinaria Volare - Air Europe Airlines (dal 2004 al 2005). E’ stato prima consigliere di amministrazione e poi presidente di Italia Lavoro spa» [Rep 8/11/2011].
• «Un amico, una persona con cui ho condiviso tanti momenti e tante battaglie politiche, un uomo con cui trascorso una parte importante del mio percorso di vita» (Roberto Calderoli).
• Si spense dopo aver combattuto per più di un anno contro un tumore. Nel maggio 2010 «aveva voluto informare con una videoconferenza tutti i dipendenti della malattia che stava affrontando. “lo trovo giusto – spiegò – perché bisogna dirle queste cose se ti capitano quando ricopri un incarico pubblico così importante”» (Davide Colombo) [S24 9/11/2011].