Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2018  settembre 25 Martedì calendario

• Bologna 28 gennaio 1923 - 14 settembre 2012. Libraio. Scrittore. Poeta. Con Francesco Leonetti e Pier Paolo Pasolini fondò la rivista Officina.
• «Uno dei massimi poeti italiani viventi, ma non lo dice e pochi lo dicono. Su di lui non c’è dibattito. In televisione non lo si vede mai. Avrebbe da dire, e infatti ha detto, cose semplici, intense e dolorose sullo snaturamento delle persone e delle cose, e sull’anima delle parole, che è offesa dallo scempio quotidiano-mediatico che se ne fa. Un Roversi varrebbe, da solo, una decina di quegli energumeni che vanno negli studi televisivi a scannarsi nel nome della propria popolarità» (Michele Serra).
• Negli anni Settanta scrisse anche testi per Lucio Dalla e gli Stadio.
• Alla fine del 2006 ha chiuso la storica libreria Antiquaria Palmaverde a Bologna, dopo 50 anni di attività, ritirandosi a vita privata con la moglie. Avevano un figlio - Antonio, sociologo e docente universitario a Bologna - che è morto nel giugno 2007 per un tumore.