Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 11 Lunedì calendario

ROVAZZI Fabio

Milano 18 gennaio 1994. Videomaker. Youtuber. Sua Andiamo a comandare, la prima canzone in Italia ad arrivare al disco d’oro e poi di platino solo con lo streaming. «Sì ma io non sono un cantante. Voglio palesarlo il più possibile. Molti mi prendono troppo seriamente. Non sono un cantante e non sono un rapper. Sono più un comico e faccio quello che mi piace fare in quel momento».
• «Ha conquistato prima i bambini e poi si è diffuso viralmente e adesso tutti cantano il ritornello del “trattore in tangenziale” e rifanno la mossa del video che ha 37 milioni di views in rete» (Andrea Laffranchi) [Cds 22/7/2016].
• «A ballare sono assolutamente un cane galattico. Lancio il ballo e non so ballare, lancio la canzone dell’estate e non so cantare… potrei lanciare un film senza saper recitare» (a Barbara Mosconi) [TvSorrisi&Canzoni 24/6/2016].
• «Ho iniziato con video che si fanno in discoteca, mi davano 70 euro a lavoro, per iniziare non è male anche perché mi piaceva. Poi sono andato a Miami a fare i video delle serate e ho partecipato a qualche festival» [Barbara Mosconi, TvSorrisi&Canzoni 24/6/2016].
• Maniaco del controllo: «Faccio tutto da solo. Per fare un video ci metto un giorno». Autodidatta:«Ho imparato da solo in camera mia. La passione era fare i video delle vacanze della famiglia con la telecamera di mio papà. Al liceo facevo i video per la scuola quando c’era qualche presentazione. Nel campo video, se ti piace veramente quello che fai e ti metti davanti al computer, puoi imparare tanto» [Barbara Mosconi, TvSorrisi&Canzoni 24/6/2016].
• «Dal 2014 in poi alterna la pubblicazione di video su Facebook all’attività di videomaker per artisti come Merk & Kermont e con Fred De Palma, oltre a realizzare video aziendali per importanti brand italiani» [Newtopia.it].
• Il suo video più famoso è intitolato Come risolvo i problemi di coppia: è online da febbraio, ha quasi 5 milioni di visualizzazioni, 90mila “mi piace” e 47mila condivisioni.
• Rovazzi ha quasi 300mila “mi piace” su Facebook, 226mila follower su Instagram, è molto attivo su Snapchat [Il Post 7/7/2016].
• Fedez e JAx, pronti a coinvolgerlo nella loro casa di produzione Newtopia, una delle più attente sul mercato in questi anni. JAx lo invita a Sorci Verdi su Rai2. Fedez gli fa realizzare alcuni Videodiary. Alla fine arriva questo Andiamo a comandare che è uscito in download il 17 giugno e che oggi, quasi alla fine di luglio, si consacra come il tormentone dei tormentoni [Paolo Giordano, Grn 17/7/2016].
• «Federico (Fedez, ndr) ha visto dei miei video comici su YouTube, ci siamo visti e da lì è nata la nostra collaborazione» [Simona Voglino Levy, Il Foglio 8/7/2016].
• Rovazzi è, per esempio, quello che corre nudo insieme a Fedez e Rocco Siffredi nel video di Non c’è due senza trash, una canzone di Fedez dell’estate 2015 [Il Post 7/7/2016].
• In Andiamo a comandare per prendere in giro lo stereotipo rapper canta: «Non mi fumo canne, sono anche astemio, io non faccio brutto». Poi al contrario di quello che dice nel testo ammette che qualche birra se la beve («senza eccessi») ma non si fa le canne: «Basta poco per divertirsi, non servono droghe o mezzi particolari. Tutti possono comandare la propria vita» [Francesco Rigatelli, Sta 8/6/2016].
• «Com’è nata mossa con le spalle? Un gioco tra amici, niente di studiato». Simona Voglino Levy: «Nel video lo si può vedere dimenarsi in un ballo sfrenato, refrain super elettronico del pezzo, in discoteca, a cena con una bella ragazza e poi sul famoso trattore, accanto a un simpatico vecchino che gli fa da autista (“è un contadino che abbiamo trovato per caso nelle campagne di Ibiza, dove abbiamo girato il video. Non si fidava a darmi il trattore così lo ha guidato lui senza capire in quale situazione si stava mettendo”) mentre il nostro si esibisce sulle note del suo tormentone con in braccio un sosia del suo barboncino, Marley (lasciato a casa per l’occasione, ci ha confidato). “Ho fatto il disco d’oro. Vuoi limonare?” è la scritta che campeggia sulla maglietta con la quale l’abbiamo visto impazzare negli ultimi tempi (prima del platino, s’intende) ma è pronto a giurare: “In realtà non sfrutto la cosa, sono un romantico, io. La maglietta è uno sfottò per quelli che fanno un po’ di successo e poi cominciano a menarsela”» [Il Foglio 8/7/2016].
• Le vacanze finora le ha sempre fatte in Trentino o vicino Varese «sempre dai parenti. Non sono uno di quelli che vanno a Courmayeur d’inverno e al Forte d’estate. Ma probabilmente mi sono perso qualcosa». Ma quest’estate se ne va a Ibiza con Fedez «e altri amici». [Francesco Rigatelli, Sta 8/6/2016]
• «In effetti, il Rovazzi se la comanda» (Simona Voglino Levy).
• Da ragazzo ascoltava Frank Zappa, Elio e le Storie Tese e gli Who: «Non sono mai stato normale» [Barbara Mosconi, TvSorrisi&Canzoni 24/6/2016]. Ora i suoi pezzi preferiti sono: Let me love you di Dj Snake e Justin Bieber, Closer dei Chainsmokers e What we started di Don Diablo, Steve Aoki e Lush & Simon. E anche se è andato a suonare alla Capannina di Forte dei Marmi, non ascolta Paoli e la Vanoni: « Diciamo che sono di un’altra generazione. Preferisco pezzi elettronici molto pesanti e poco rilassanti» [Francesco Rigatelli, Sta 8/6/2016]. Ha tolto la tv da casa «perché guardo tutto online».