Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 14 Giovedì calendario

Elserino Piol

Biografia di Elserino Piol

• Limana (Belluno) 8 dicembre 1931. Imprenditore. Manager.
• «Entra in Olivetti Bull nel 1952. Dopo aver trascorso un anno sabbatico negli Stati Uniti alla Harvard Business School, nel 1965 è direttore marketing del gruppo Olivetti e ha anche la responsabilità della pianificazione dei prodotti. Sono gli albori dell’informatica: proprio nel 1965 Olivetti presenta un calcolatore da tavolo molto innovativo, programmabile con schede magnetiche: il P101. Negli anni Settanta Piol si concentra sul marketing dei nuovi prodotti elettronici: macchine contabili, telescriventi, periferiche di stampa. Negli anni Ottanta collabora con il nuovo amministratore delegato, Carlo De Benedetti, diventa direttore generale nell’83, e va a caccia di buoni affari da finanziare. Negli anni Novanta si apre l’era delle telecomunicazioni: Piol diventa presidente prima di Omnitel (telefonia cellulare) e poi di Infostrada. Nel boom di Internet diventa una sorta di guru della new economy; si mette in proprio fondando con Oliver Novick la società di venture capital Pino Venture Partners, che finanzia start up innovative, tra cui Tiscali» (Diario).
• Ora lavora come talent scout di giovani imprenditori: «Un fondo d’investimento ha bisogno di almeno 10 anni per raccogliere risultati da una start-up. Alla mia età mi sembra giusto dedicarmi ad altro».