Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 12 Martedì calendario

• Roma 12 novembre 1956. Manager. Amministratore delegato di Fastweb (dal 2004). Ex direttore generale della Confindustria (2000-2004).
• «Di fede socialista negli anni della giovinezza (negli anni Settanta è stato vicesegretario del Nucleo universitario socialista a Roma), poi all’Ufficio studi della Cgil sempre in quota socialista, dopo una serie di incarichi tecnici e di vertice in governi di segno opposto, nel 2000 è diventato direttore generale di Confindustria durante la presidenza di Antonio D’Amato, del quale ha condiviso le battaglie più energiche, a cominciare da quella sull’articolo 18» (Fabio Martini).
• Nel 2010 fu lambito dall’indagine a carico dell’allora presidente di Fastweb Silvio Scaglia (in seguito assolto con formula piena) per presunta frode fiscale internazionale. Destinatario di un avviso di garanzia, la sua posizione è stata archiviata nel 2013: «Avrebbero potuto archiviare nel giro di quindici giorni, invece ci sono voluti tre anni».
• Presidente e fondatore di Chili tv, piattaforma di streaming on line di film e serie tv.
• «Piccoletto e segaligno, è furbissimo» (Stefano Livadiotti).
• Sposato, due figli.