Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

• Genova 15 giugno 1976. Attore. Drammaturgo. Regista.
• Cresciuto a Rocca Grimalda, in provincia di Alessandria, incontra il teatro giovanissimo, poi nel 1995 frequenta la scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova per spostarsi l’anno successivo a Roma dove scrive e dirige i primi testi teatrali. Considerato l’enfant prodige del teatro italiano, vince il premio Pier Vittorio Tondelli (1999), il premio Ubu come miglior novità italiana (2001) il premio Gassman come miglior testo (2004) ecc. Da ultimo visto a teatro nella commedia I vicini e ne Il diario di Maria Pia, dramma ispirato alla malattia della madre. Al cinema in Vuoti a perdere (Massimo Costa, 1998), Lavorare con lentezza (Guido Chiesa, 2004), Signorina effe (Wilma Labate 2007) ecc. Ha scritto, diretto e interpretato il film Texas (2005, con Valeria Golino e Riccardo Scamarcio). Anche in televisione: Francesco (Michele Soavi 2002), Il covo di Teresa (della serie Crimini, Stefano Sollima 2006), Moana (Alfredo Peyretti 2009) e Romanzo criminale – La Serie (Stefano Sollima, 2008-2010). I suoi testi teatrali sono stati raccolti in Teatro (Ubulibri 2002).
• «Sono figlio di due medici. Ho iniziato a fare l’attore appena ho avuto qualcosa da dire, cioè subito, visto che sono logorroico. Sono passato per i burattini, per le recite a scuola, e poi sono entrato presto in una filodrammatica».
• «Ha una virtù camaleontica: ogni suo testo corrisponde a un genere diverso e passa con scioltezza dal giallo alla commedia generazionale» (Osvaldo Guerrieri).