Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

• Mugnano di Napoli (Napoli) 17 aprile 1984. Calciatore. Attaccante, dal 2011 al Parma. Ha giocato in A anche col Livorno, Juventus e Genoa. Tre presenze in nazionale. Nel 2003 vinse l’Europeo Under 19.
• Grande tecnica ma carriera martoriata da infortuni.
• «Lapo Elkann lo ribattezzò (a Vicenza) Aladino» (Emanuele Gamba).
• Figlio d’arte (il padre Guglielmo giocava nella Sanbenedettese in Serie C). «Dopo tre anni nel Mugnano e vari provini, fui acquistato dal Benevento. Lì rimasi per un anno e mezzo: Allievi, Nazionali e Primavera il primo anno e i successivi sei mesi con la Prima Squadra. La società stava attraversando un periodo difficile e, così, venni lanciato con i grandi. Quella è stata la mia fortuna; avevo sedici anni, ero molto giovane eppure iniziai a giocare in serie C, mettendo insieme 8 presenze ed un goal e la Juventus mi notò, tanto che a gennaio passai in bianconero. Quando mi dissero che mi volevano a Torino, io non ci credevo, anche perché ero un grandissimo tifoso bianconero. Da piccolo avevo la camera tappezzata di foto e di poster di Del Piero e Zidane».
• Il 18 novembre 2012 contro l’Udinese ha segnato il 1000esimo gol del Parma in Serie A.