Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 15 Venerdì calendario

Nico Naldini

Biografia di Nico Naldini

• (Domenico) Casarsa del Friuli (Pordenone) 1 marzo 1929. Scrittore. Poeta. Ultimi libri: Come non ci si difende dai ricordi (Cargo 2005), I confini del paradiso (L’Ancora del Mediterraneo 2006, finalista al premio Napoli).
• «Dalle belle signore di Einaudi ai capelli di Chatwin, dagli sprechi della Morante alle intolleranze di Saba, Nico Naldini sa scrivere ritratti come pochi sanno fare. Prende spunto da un ricordo, da un episodio, da un aneddoto, da un frammento per disegnare intere vite, psicologie a tutto tondo, come si diceva una volta. Le scarpe di Parise, le belle signore di Einaudi, l’autista di Comisso, i crucci di Marin, gli impieghi del poeta Bartolo Cattafi, i capelli di Chatwin, il culatello di Bacon, le “idiosincrasie” di Saba, le ciliegie di Gadda, il convento in cui si rifugiò il ragazzino Cesare Segre. Naldini parte sempre dai margini per arrivare, di traverso, nel cuore dei personaggi che racconta. Ha conosciuto mezzo mondo letterario sin da ragazzino, quando suo cugino Pier Paolo Pasolini da Casarsa lo accompagnava con sé per vie più o meno spericolate» (Paolo Di Stefano).