Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

Mondiali di calcio, 4-0 azzurro alla Grecia

• A Milano, stadio San Siro, gli azzurri battono 4-0 la Grecia nel primo incontro di qualificazione alla fase finale dei secondi mondiali di calcio, che si disputerà in Italia nella prossima estate: i gol sono segnati al 40’ dall’oriundo brasiliano Anfilogino Guarisi, al 44’ e al 71’ da Giuseppe Meazza, al 69’ da Giovanni Ferrari (subentrato nel secondo tempo a Nereo Rocco). I greci sbagliano al 78’ un calcio di rigore, mandato sopra la traversa da Daniel Danielan. Questa la formazione azzurra: Ceresoli, Monzeglio, Allemandi, Montesanto, Monti, Fantoni II, Guarisi, Serantoni, Meazza, Rocco (45’ Ferrari), Guaita.

Mondiali di calcio, goleada azzurra agli Usa

• Qualificata grazie alla vittoria sulla Grecia (che si è ritirata dopo il 4-0 di San Siro), la nazionale di calcio batte 7-1 a Roma (Stadio Nazionale del Pnf) gli Stati Uniti negli ottavi di finale dei secondi mondiali di calcio. I gol sono segnati da Schiavio (18’, 29’, 64’), Orsi (20’, 69’), Ferrari (63’), Meazza (90’), gli americani accorciano le distanze (1-3) al 57’ con Donelli. Questa la formazione schierata dal commissario tecnico Vittorio Pozzo: Combi, Rosetta, Allemandi, Pizziolo, Monti, Bertolini, Guarisi, Meazza, Schiavio, Ferrari, Orsi.

Mondiali di calcio, Zamora ferma gli azzurri

• Allo Stadio Giovanni Berta di Firenze gli azzurri pareggiano 1-1 contro la Spagna in un incontro valido per i quarti di finale dei secondi mondiali di calcio: in svantaggio per un gol segnato da Regueiro al 30’, i nostri pareggiano al 44’ con Giovanni Ferrari ma sono fermati dalle parate del fenomenale portiere iberico Ricardo Zamora (battuto solo grazie alla decisiva ostruzione di Schiavio). Punteggio che non si sblocca neanche nei tempi supplementari, domani verrà giocata una nuova partita per decidere chi accede alla semifinale. Questa la formazione schierata dal commissario tecnico Vittorio Pozzo: Combi, Monzeglio, Allemandi, Pizziolo, Monti, Castellazzi, Guaita, Meazza, Schiavio, Ferrari, Orsi.

Mondiali calcio, Meazza piega la Spagna

• Allo Stadio Giovanni Berta di Firenze, l’Italia batte 1-0 la Spagna nella ripetizione del quarto di finale dei secondi mondiali di calcio (ventiquattro ore prima era finita 1-1): il gol è segnato da Giuseppe Meazza all’11’, spettacolare colpo di testa su cross proveniente da un calcio d’angolo. Questa la formazione schierata dal commissario tecnico Vittorio Pozzo: Combi, Monzeglio, Allemandi, Ferraris IV, Monti, Bertolini, Guaita, Meazza, Borel, Demaria, Orsi. Clamorosa l’assenza tra gli spagnoli del fenomenale portiere Ricardo Zamora (ma il sostituto Juan José Nogues ha fatto la sua parte).

L’Italia conquista la finale dei mondiali di calcio

• Allo stadio San Siro di Milano gli azzurri battono 1-0 l’Austria e si qualificano per la finale dei secondi mondiali di calcio: il gol è segnato al 19’ da Guaita, al termine di una mischia in area in cui Meazza strappa la palla al portiere avversario Platzer. Decisiva la marcatura di Luisito Monti sul fenomeno Mathias Sindelar detto, a causa del fisico mingherlino, “cartavelina” (Der Papierene). Questa la formazione schierata dal commissario tecnico Vittorio Pozzo: Combi, Monzeglio, Allemandi, Ferraris IV, Monti, Bertolini, Guaita, Meazza, Schiavio, Ferrari, Orsi.

L’Italia vince i mondiali di calcio

• L’Italia vince allo Stadio Nazionale del Partito Fascista di Roma la finale dei secondi mondiali di calcio: Cecoslovacchia in vantaggio a un quarto d’ora dalla fine con un sensazionale gol di Antonin Puc (appena rientrato in campo dopo un infortunio), la traversa ci salva dal raddoppio di Jiri Sobotka, poi Oldrich Nejedly ci grazia calciando alto da posizione favorevole. All’81’, dopo cinque minuti di bambola, gli azzurri pareggiano con un formidabile tiro a giro di Raimundo Orsi, al quinto minuto del primo tempo supplementare arriva la rete di Angelo Schiavio (cross di Enrique Guaita su lancio dello zoppicante Giuseppe Meazza) che fissa il punteggio sul 2-1 finale. Questa la formazione schierata dal commissario tecnico Vittorio Pozzo: Combi (capitano che solleva la Coppa Rimet), Monzeglio, Allemandi, Ferraris, Monti, Bertolini, Guaita, Meazza, Schiavio Ferrari, Orsi.

Mondiali di calcio, gli azzurri scampano alla Norvegia

• A Marsiglia (Francia) la nazionale di calcio, campione del mondo in carica, batte la Norvegia negli ottavi di finale della terza Coppa Rimet: in vantaggio al secondo minuto con un gol di Pietro Ferraris, gli azzurri resistono grazie alle fenomenali parate di Aldo Olivieri (dopo una, particolarmente impressionante, Knut Brynildsen gli va a stringere la mano) e sono salvati per ben tre volte dai pali. All’83’ arriva il pareggio di Arne Brustad, che subito dopo si vede annullare per fuorigioco il gol del sorpasso. Al quarto minuto del primo tempo supplementare il portiere scandinavo Henry Johansen non trattiene un tiro di Piero Pasinati, Silvio Piola si avventa sulla palla e realizza il definitivo 2-1. Gli scaramantici fanno notare che alle ultime Olimpiadi (10 agosto 1936) gli azzurri hanno battuto 2-1 ai supplementari gli stessi norvegesi (era la semifinale), anche quella volta in gol con Brustad, e poi hanno vinto a Berlino la medaglia d’oro... Questa la formazione schierata dal commissario tecnico Vittorio Pozzo: Olivieri, Monzeglio, Rava, Serantoni, Andreolo, Locatelli, Pasinati, Meazza, Piola, Ferrari, Ferraris II.

Calcio: 3-1 alla Francia, azzurri in semifinale ai mondiali

• Allo stadio Olympique de Colombes di Parigi, l’Italia batte 3-1 la Francia e si qualifica per la semifinale dei terzi campionati del mondo di calcio: azzurri (per l’occasione in fascistissima maglia nera) in vantaggio al 9’ con Gino Colaussi (papera del portiere Laurent Di Lorto, le cui parate ci avevano costretto allo 0-0 nell’amichevole giocata il 5 dicembre 1937 al Parc des Princes), i padroni di casa pareggiano dopo appena un minuto con Oscar Heisserer, poi decide una doppietta di Silvio Piola, in gol al 51’ e al 72’ (tiro basso a incrociare e colpo di testa). Questa la formazione schierata dal commissario tecnico Vittorio Pozzo: Olivieri, Foni, Rava, Serantoni, Andreolo, Locatelli, Biavati, Meazza, Piola, Ferrari, Colaussi.

Brasile ko, azzurri in finale ai mondiali di calcio

• Allo stadio Velodrome di Marsiglia (Francia) l’Italia batte 2-1 il Brasile e si qualifica per la finale dei terzi campionati del mondo di calcio, dove difenderà il titolo conquistato a Roma il 10 giugno 1934. In vantaggio al 51’ con Gino Colaussi, gli azzurri raddoppiano al 60’ con un rigore di Giuseppe Meazza (calciato mentre gli calano i pantaloncini cui si è rotto l’elastico). I sudamericani, che hanno fatto riposare la stella Leonidas (stremato dal doppio match con la Cecoslovacchia), accorciano le distanze all’87’ con Romeu. Questa la formazione schierata dal commissario tecnico Vittorio Pozzo: Olivieri, Foni, Rava, Serantoni, Andreolo, Locatelli, Biavati, Meazza, Piola, Ferrari, Colaussi.

Bis azzurro ai mondiali di calcio

• Allo stadio Olympique de Colombes di Parigi, l’Italia batte 4-2 l’Ungheria e vince il secondo mondiale di calcio consecutivo: in vantaggio al 6’ con Gino Colaussi, gli azzurri subiscono dopo due minuti il pareggio di Pal Titkos. Di nuovo in vantaggio al 16’ con Silvio Piola, al 35’ i campioni in carica vanno sul 3-1 grazie al secondo gol di Colaussi. Dopo che al 70’ i magiari hanno accorciato le distanze con il capitano György Sarosi, all’82’ Piola fissa il risultato sul definitivo 4-2. Questa la formazione schierata dal commissario tecnico Vittorio Pozzo: Olivieri, Foni, Rava, Serantoni, Andreolo, Locatelli, Biavati, Meazza (il capitano che riceve la Coppa Rimet), Piola, Ferrari, Colaussi.

Mondiali calcio, azzurri ko con la Svezia (2-3)

• La nazionale italiana, vincitrice delle ultime due edizioni prima della guerra (1934-1938), perde la sua prima partita nella fase finale dei quarti mondiali di calcio, battuta 3-2 dalla Svezia a San Paolo (Brasile). In vantaggio al 7’ col capitano Riccardo Carapellese, dopo che Gino Cappello ha fallito il raddoppio i nostri sono raggiunti al 25’ da Hans Jeppson, autore anche del gol del 3-1 (68’), in mezzo il vantaggio scandinavo segnato da Sune Andersson (33’). Accorciate le distanze al 75’ con Ermes Muccinelli, negli ultimi secondi gli azzurri sfiorano il pareggio con Carapellese, che centra l’incrocio dei pali (Muccinelli non riesce a ribattere in rete). Questa la formazione schierata dalla Commissione tecnica della federazione: Sentimenti, Giovannini, Furiassi, Annovazzi, Parola, Magli, Muccinelli, Boniperti, Cappello, Campatelli, Carapellese.

Mondiali calcio, l’Italia batte il Paraguay (2-0)

• Già eliminata dopo il pareggio 2-2 tra Svezia e Paraguay (29 giugno, il 25 gli azzurri avevano perso 2-0 con gli scandinavi), la nazionale di calcio italiana vince 2-0 a San Paolo (Brasile) contro i sudamericani nel suo secondo e ultimo incontro valido per la fase finale dei quarti mondiali di calcio: i gol sono segnati da Riccardo Carapellese (12’) ed Egisto Pandolfini (62’). Questa la formazione schierata dalla Comissione tecnica della federazione: Moro, Blason, Furiassi, Fattori, Remondini, Mari, Muccinelli, Pandolfini, Amadei, Cappello, Carapellese. Il gruppo avrebbe dovuto comprendere anche l’India, che però ha deciso di non partecipare alla competizione (per il rifiuto di rispettare l’ordine della Fifa di indossare scarpe rinunciando all’abitudine di giocare scalzi, si dice).

Mondiali calcio, azzurri ko con la Svizzera

• A Losanna la nazionale di calcio italiana è sconfitta 2-1 dalla Svizzera nel primo incontro della fase finale dei quinti campionati del mondo di calcio: padroni di casa in vantaggio al 18’ con Robert Ballaman, al 44’ gli azzurri pareggiano con Giampiero Boniperti, al 79’ arriva il gol decisivo di Josef Hügi. Questa la formazione schierata dalla Commissione tecnica della federazione: Ghezzi, Vincenzi, Tognon, Giacomazzi, Neri, Nesti, Muccinelli, Boniperti, Galli, Pandolfini, Lorenzi. Il regolamento prevede che le due teste di serie del gruppo (D), Inghilterra e Italia, affrontino solo le due non teste di serie, Svizzera e Belgio (squadra che gli azzurri affronteranno il 20 giugno, con gli inglesi ha fatto 4-4).

Mondiali calcio, goleada azzurra con Belgio: 4-1

• A Lugano (Svizzera) la nazionale italiana batte 4-1 il Belgio nel secondo incontro valido per la fase finale dei quinti campionati del mondo di calcio: in vantaggio con un rigore di Egisto Pandolifni al 41’, gli azzurri raddoppiano al 48’ con Carlo Galli, poi arrivano i gol di Amleto Frignani (58’) e Benito Lorenzi (78’), all’81 il gol della bandiera belga è opera di Pol Anoul. Questa la formazione schierata dalla Commissione tecnica della federazione: Ghezzi, Magnini, Giacomazzi, Neri, Tognon, Nesti, Muccinelli, Boniperti, Galli, Pandolfini, Lorenzi. Nell’altro incontro del gruppo D, l’Inghilterra batte 2-0 la Svizzera e accede ai quarti, gli elvetici se la vedranno con l’Italia nello spareggio del 23 giugno.

Mondiali calcio, Italia eliminata dalla Svizzera (1-4)

• Sconfitta 4-1 a Basilea dalla Svizzera, la nazionale di calcio italiana è eliminata dalla fase finale dei quinti campionati mondiali di calcio: in vantaggio al 14’ con Josef Hügi, i padroni di casa raddoppiano al 48’ con Robert Ballaman (entrambi ci avevano fatto gol anche nella sfida persa 2-1 il 17 giugno). Azzurri che riprendono a sperare col gol di Fulvio Nesti al 67’, all’85’ arriva il 3-1 di Hügi, all’89’ il 4-1 di Jacky Fatton. Questa la formazione schierata dalla Commissione tecnica della federazione: Viola, Magnini, Giacomazzi, Mari, Tognon, Nesti, Muccinelli, Pandolfini, Lorenzi, Segato, Frignani.

Calcio, gli azzurri battono l’Irlanda del Nord (1-0)

• Allo Stadio Olimpico di Roma, l’Italia batte 1-0 l’Irlanda del Nord in un incontro valido per le qualificazione ai sesti mondiali di calcio, che si svolgeranno in Svezia nell’estate del ’58. Il gol è segnato al terzo minuto da Segio Cervato, questa la formazione schierata dalla Commissione tecnica della federazione: Lovati, Magnini, Cervato, Chiappella, Orzan Segato, Muccinelli, Galli, Firmani, Gratton, Frignani. Il 16 gennaio l’Irlanda del Nord aveva pareggiato 1-1 in casa del Portogallo, terza e ultima squadra del gruppo 8.

Calcio, azzurri ko in Portogallo (0-3)

• A Lisbona la nazionale di calcio italiana è battuta 3-0 dal Portogallo nel secondo incontro valido per l’ottavo gruppo di qualificazione ai sesti mondiali di calcio. I gol dei lusitani sono segnati da Vasques (41’), Texeira (83’) e Matateu (87’), questa la formazione schierata dalla Commissione tecnica della federazione: Bugatti, Fontana, Cervato, Chiappella, Bernasconi, Posio, Ghiggia, Boniperti, Bean, Pandolfini, Pesaola. Questa la classifica del girone (tra parentesi gli incontri disputati, la vittoria vale 2 punti): Irlanda del Nord 3 (2), Portogallo 3 (3), Italia 2 (2).

Calcio, 2-2 azzurro nell’“amichevole” di Belfast

• L’incontro di calcio tra Irlanda del Nord e Italia in programma a Belfast, che avrebbe dovuto valere per l’ottavo gruppo di qualificazione ai sesti mondiali di calcio, è ridotto a un’amichevole per il mancato arrivo dell’arbitro ungherese Istvan Zsolt, bloccato dalla nebbia che avvolge le isole britanniche impedendo l’atterraggio agli aerei. Vantaggio azzurro al 24’ con l’oriundo Alcides Ghiggia (nel ’50 ha vinto il mondiale con l’Uruguay), i padroni di casa pareggiano al 27’ con Wilbur Cush, che al 60’ fissa il risultato sul definitivo 2-2 dopo il gol di Miguel Angel Montuori (50’), altro oriundo. La partita si rivela tutt’altro che amichevole: al fischio di chiusura i tifosi locali entrano in campo, Rino Ferrario viene circondato e si salva solo per l’intervento a suon di pugni dell’allenatore Alfredo Foni.

Calcio, vendetta azzurra col Portogallo (3-0)

• Allo Stadio San Siro di Milano la nazionale italiana batte 3-0 il Portogallo (che ci aveva sconfitto con lo stesso risultato il 26 maggio a Lisbona) nel terzo incontro valido per l’ottavo gruppo di qualificazione ai sesti mondiali di calcio. Le reti azzurre sono segnate da Guido Gratton (36’, 72’) e Gino Pivatelli (84’), questa la formazione schierata dalla Commisione tecnica della federazione: Bugatti, Corradi, Cervato, Chiappella, Ferrario, Segato, Ghiggia, Schiaffino, Pivatelli, Gratton, Montuori. Questa la classifica del girone (tra parentesi gli incontri disputati, la vittoria vale due punti): Italia 4 (3), Irlanda del Nord 3 (3), Portogallo 3 (4). Agli azzurri basterà un pareggio nella sfida con l’Irlanda del Nord in programma a Belfast il 15 gennaio per ottenere la qualficazione al torneo che si disputerà in Svezia nella prossima estate.

Sconfitta a Belfast, l’Italia fuori dai mondiali di calico

• Nonostante l’innesto degli oriundi Schiaffino e Ghiggia, campioni del mondo con l’Uruguay nel 1950, l’Italia è sconfitta 2 a 1 a Belfast dall’Irlanda del Nord e manca la qualificazione alla sesta edizione dei mondiali di calcio, in programma in Svezia dall’8 al 29 giugno. In svantaggio per 2 a 0 (McIlroy, Cush), gli azzurri accorciano le distanze con Da Costa, ci è fatale un errore di Gino Pivatelli, bomber del Bologna che scivolando sui tacchetti troppo alti manca da due passi il gol del pareggio. L’Irlanda finisce il girone di qualificazione con 5 punti, l’Italia con 4, più della sconfitta di Belfast (in casa avevamo vinto 1-0) ci è fatale lo 0-3 di Lisbona (in Portogallo i nostri rivali hanno strappato un pareggio).

Calcio, 4-2 azzurro in Israele

• La nazionale di calcio vince 4-2 a Tel Aviv contro Israele nell’andata dello spareggio di qualificazione ai mondiali che si disputeranno in Cile nell’estate del 1962: padroni di casa in vantaggio 2-0 al termine del primo tempo grazie ai gol di Nahum Stelmach (15’) e Ruben Young (38’), gli azzurri iniziano la rimonta con un calcio di rigore trasformato da Francisco Ramon Lojacono (53’), poi arrivano la rete di José Altafini (62’, nel ’58 ha vinto il titolo col Brasile) e la doppietta di Mario Corso (87’, 90’). Questa la formazione schierata dal commissario tecnico Giovanni Ferrari: Buffon, Robotti, Losi, Bolchi, Maldini, Trapattoni, Mora, Lojacono, Altafini, Sivori, Corso.

6-0 a Israele, l’Italia torna ai mondiali di calcio

• Assente alla fase finale della sesta edizione dei campionati del mondo di calcio (vedi 15 gennaio 1958), la nazionale italiana si qualifica per quella della settima, che si disputerà in Cile nella prossima estate. Forti del 4-2 ottenuto nell’andata giocata a Tel Aviv il 15 ottobre, a Torino gli azzurri battono 6-0 Israele: quaterna di Omar Sivori (16’, 52’, 65’, 88’), gli altri gol sono segnati da Mario Corso (59’) e Antonio Valentin Angelillo (69’). Questa la formazione schierata dal commissario tecnico Giovanni Ferrari: Buffon, Robotti, Losi, Bolchi, Maldini, Trapattoni, Mora, Angelillo, Altafini, Sivori, Corso.

Mondiali calcio, 0-0 azzurro con la Germania Ovest

• A Santiago del Cile, l’Italia pareggia 0-0 con la Germania Ovest nel suo primo incontro valido per la fase finale dei settimi campionati del mondo di calcio. Questa la formazione schierata dalla Commissione tecnica della Federazione: Buffon, Losi, Robotti, Maldini, Salvadore, Radice. Rivera, Ferrini, Altafini, Sivori, Menichelli. In un altro incontro valido per il Gruppo B, i padroni di casa del Cile, avversari degli azzurri il 2 giugno, battono 3-1 la Svizzera.

Mondiali calcio, l’abitro mette ko gli azzurri col Cile (0-2)

• A Santiago la nazionale è sconfitta 2-0 dal Cile nel suo secondo incontro valido per la fase finale dei settimi campionati del mondo di calcio. Ridotti in nove per le espulsioni di Giorgio Ferrini (7’) e Mario David (44’), vittime dell’arbitraggio piuttosto casalingo dell’inglese Ken Aston, gli azzurri capitolano al 74’ per un gol di Jaime Ramirez, all’88’ arriva il raddoppio di Jorge Toro. Questa la formazione schierata dalla Commissione tecnica della federazione: Mattrel, David, Robotti, Tumburus, Janich, Salvadore, Mora, Maschio, Altafini, Ferrini, Menichelli. L’Italia non è ancora eliminata dal torneo ma deve sperare che la Germania Ovest non faccia più di due punti tra la partita di domani con la Svizzera e quella del 6 giugno col Cile. 

Mondiali di calcio, gli azzurri si consolano con un 3-0

• Già eliminati dopo le vittorie della Germania Ovest contro Svizzera (2-1 il 3 giugno) e Cile (2-0 il 6 giugno), gli azzurri chiudono la partecipazione alla fase finale dei settimi campionati del mondo di calcio battendo 3-0 gli elvetici. I gol sono segnati da Bruno Mora (2’) e Giacomo Bulgarelli (65’, 67’), questa la formazione schierata dalla Commissione tecnica della federazione: Buffon, Losi, Robotti, Salvadore, Maldini, Radice, Mora. Bulgarelli, Sormani, Sivori, Pascutti.

Calcio, goleada azzurra alla Finlandia (6-1)

• Allo Stadio Luigi Ferraris di Genova l’Italia batte 6-1 la Finlandia nel suo primo incontro valido per l’ottavo gruppo di qualificazione agli ottavi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si svolgerà in Inghilterra nell’estate del 1966. Il primo gol azzurro è segnato al primo minuto da Giacinto Facchetti, all’8’ arriva il raddoppio grazie a un’autorete di Stig Holmqvist, quindi segnano Gianni Rivera (16’), Giacomo Bulgarelli (49’), Sandro Mazzola (54’, 83’), all’88’ il gol della bandiera di Juhani Peltonen. Questa la formazione schierata dal ct Edmondo Fabbri: Sarti, Burgnich, Facchetti, Picchi, Guarneri, Lodetti, Mora, Bulgarelli, Mazzola, Rivera, Corso. Questa la classifica del gruppo 8 (tra parentesi gli incontri disputati, la vittoria vale due punti): Italia 2 (1), Scozia 2 (1), Finlandia 0 (2), Polonia 0 (0).

Calcio, pari azzurro in Polonia

• La nazionale pareggia 0-0 a Varsavia contro la Polonia nel secondo incontro valido per l’ottavo gruppo di qualificazione agli ottavi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si svolgerà in Inghilterra nell’estate del 1966. Questa la formazione schierata dal ct Edmondo Fabbri: Negri, Burgnich, Facchetti, Picchi, Guarneri, Rosato, Orlando, Bulgarelli, Mazzola, Rivera, Corso. Questa la classifica del gruppo 8 (tra parentesi gli incontri disputati, la vittoria vale due punti): Italia 3 (2), Scozia 2 (1), Polonia 1 (1), Finlandia 0 (2).

Calcio, gli azzurri passano in Finlandia (2-0)

• Ad Helsinki la nazionale batte 2-0 la Finlandia nel terzo incontro valido per l’ottavo gruppo di qualificazione agli ottavi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si svolgerà in Inghilterra nell’estate del 1966. Entrambi i gol sono segnati da Sandro Mazzola (33’, su rigore, e 78’), questa la formazione schierata dal ct Edmondo Fabbri: Negri, Poletti, Facchetti, Rosato, Salvadore, Fogli, Mora, Bulgarelli, Mazzola, Lodetti, Pascutti. Questa la classifica del gruppo 8 (tra parentesi gli incontri disputati, la vittoria vale due punti): Italia 5 (3), Scozia 5 (3), Polonia 2 (2), Finlandia 0 (4).

Calcio, goleada azzurra alla Polonia (6-1)

• Allo Stadio Olimpico di Roma la nazionale batte 6-1 la Polonia nel quarto incontro valido per l’ottavo gruppo di qualificazione agli ottavi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si svolgerà in Inghilterra nell’estate del 1966. I gol azzurri sono segnati da Sandro Mazzola (5’), Paolo Barison (25’, 65’, 87’), Gianni Rivera (71’), Bruno Mora (79’), all’84’ Wlodzimierz Lubanski realizza per gli ospiti il gol della bandiera (1-5). Questa la formazione schierata dal ct Edmondo Fabbri: Negri, Burgnich, Facchetti, Rosato, Salvadore, Lodetti, Mora, Bulgarelli, Mazzola, Rivera, Barison. Questa la classifica del gruppo 8 (tra parentesi gli incontri disputati, la vittoria vale due punti): Italia 7 (4), Polonia 6 (6), Scozia 5 (4), Finlandia 2 (6).

Calcio, azzurri ko in Scozia (0-1)

• A Glasgow la nazionale è sconfitta 1-0 dalla Scozia nel quinto incontro valido per l’ottavo gruppo di qualificazione agli ottavi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si svolgerà in Inghilterra nell’estate del 1966. Il gol è segnato all’88’ da John Greig, questa la formazione schierata dal ct Edmondo Fabbri: Negri, Burgnich, Facchetti, Rosato, Salvadore, Guarneri, Lodetti, Bulgarelli, Mazzola, Rivera, Barison. Questa la classifica del gruppo 8 (tra parentesi gli incontri disputati, la vittoria vale due punti): Italia 7 (5), Scozia 7 (5), Polonia 6 (6), Finlandia 2 (6).

Calcio, l’Italia si qualifica per i mondiali inglesi

• Allo Stadio San Paolo di Napoli, l’Italia batte 3-0 la Scozia e si qualifica per la fase finale degli ottavi campionati del mondo di calcio, che si svolgerà in Inghilterra nell’estate del 1966. I gol sono segnati da Ezio Pascutti (38’), Giacinto Facchetti (73’), Bruno Mora (89’). Questa la formazione schierata dal ct Edmondo Fabbri: Albertosi, Burgnich, Facchetti, Rosato, Salvadore, Lodetti, Mora, Bulgarelli, Mazzola, Rivera, Pascutti. Questa la classifica finale del gruppo 8: Italia 9, Scozia 7, Polonia 6, Finlandia 2.

Mondiali calcio, vendetta azzurra col Cile (2-0)

• A Sunderland (Inghilterra) la nazionale batte 2-0 il Cile nel suo primo incontro valido per la fase finale degli ottavi campionati del mondo di calcio: i gol di Sandro Mazzola (9’) e Paolo Barison (88’) vendicano la sconfitta subita a Santiago nel precedente torneo iridato (vedi 2 giugno 1962). Questa la formazione schierata dal ct Edmondo Fabbri: Albertosi, Burgnich, Facchetti, Lodetti, Rosato, Salvadore, Perani, Bulgarelli, Mazzola, Rivera, Barison. In un altro incontro del gruppo 4, ieri l’Unione Sovietica, nostra prossima avversaria (il 16 luglio sempre a Sunderland) ha battuto 3-0 la Corea del Nord.

Mondiali calcio, azzurri ko con l’Urss (0-1)

• A Sunderland (Inghilterra) la nazionale è battuta 1-0 dall’Unione Sovietica nel suo secondo incontro valido per la fase finale degli ottavi campionati del mondo di calcio. Il gol è segnato al 57’ da Igor Chislenko, questa la formazione schierata dal ct Edmondo Fabbri: Albertosi, Burgnich, Facchetti, Lodetti, Rosato, Salvadore, Leoncini, Meroni, Bulgarelli, Mazzola, Pascutti. Grazie al pareggio 1-1 nell’incontro Cile-Corea del Nord giocato ieri, agli azzurri dovrebbe bastare un pareggio contro gli asiatici il 19 luglio a Middlesbrough per accedere ai quarti di finale

Mondiali calcio, la Corea manda a casa gli azzurri

• A Middlesbrough (Inghilterra) la nazionale è clamorosamente sconfitta 1-0 dalla Corea del Nord nel suo terzo incontro valido per la fase finale degli ottavi campionati del mondo di calcio ed è eliminata dal torneo. Il gol è segnato al 42’ da Pak Doo-Ik, gli azzurri hanno giocato un’ora in dieci per l’infortunio al ginocchio subito da Giacomo Bulgarelli in un contrasto con Park Seung-Jin. Questa la formazione, schierata dal ct Edmondo Fabbri, che passerà alla storia per la più inaspettata sconfitta della nostra nazionale (dei mondiali): Albertosi, Landini, Facchetti, Fogli, Guarneri, Janich, Perani, Bulgarelli, Mazzola, Rivera, Barison.

Calcio, vittoria azzurra in Galles (1-0)

• Gli azzurri, campioni d’Europa in carica (vedi 10 giugno 1968), battono 1-0 a Cardiff il Galles nel primo incontro valido per il terzo gruppo di qualificazione ai noni mondiali di calcio, la cui fase finale si disputerà in Messico nell’estate del 1970. Il gol è segnato al 44’ da Gigi Riva, questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Zoff, Burgnich, Facchetti, Rosato, Salvadore, Castano, Domenghini, Rivera, Anastasi (52’ Mazzola), De Sisti, Riva.

Calcio, pari azzurro in Germania Est

• La nazionale pareggia 2-2 a Berlino contro la Germania Est nel suo secondo incontro valido per il terzo gruppo di qualificazione ai noni mondiali di calcio, la cui fase finale si disputerà in Messico nell’estate del 1970. Padroni di casa due volte in vantaggio con Eberhard Vogel (26’) e Hans-Jurgen Kreische (75’), gli azzurri pareggiano due volte con Gigi Riva (54’ e 82’). Questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Zoff, Burgnich, Facchetti, Bertini, Salvadore, Castano, Prati, Rivera, Mazzola, De Sisti, Riva.

Calcio, goleada azzurra al Galles (4-1)

• Allo Stadio Olimpico di Roma, l’Italia batte 4-1 il Galles nel suo terzo incontro valido per il terzo gruppo di qualificazione ai noni mondiali di calcio, la cui fase finale si disputerà in Messico nell’estate del 1970. I gol azzurri sono segnati da Gigi Riva (37’, 73’, 81’) e Sandro Mazzola (55’), gli ospiti accorciano temporaneamente le distanze con Mike Englad (1-2 al 67’). Questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Albertosi, Burgnich, Facchettti, Bertini (86’ Juliano), Puja, Salvadore, Domenghini, Rivera, Anastasi (46’ Mazzola), De Sisti, Riva. Quando resta da disputare solo Italia-Germania Est, gli azzurri hanno 5 punti come i tedeschi (il Galles ha chiuso a 0).

Calcio, Italia qualificata per i mondiali

• Allo Stadio San Paolo di Napoli la nazionale batte 3-0 la Germania Est e si qualifica per la fase finale dei noni campionati del mondo di calcio, che si disputerà in Messico nell’estate del 1970. I gol sono segnati da Sandro Mazzola (7’), Angelo Domenghini (25’) e Gigi Riva (36’), questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Zoff, Burgnich, Facchetti, Cera (50’ Juliano), Puja, Salvadore, Chiarugi, Domenghini, Mazzola, De Sisti, Riva.

Mondiali calcio, Italia ok con la Svezia (1-0)

• A Toluca (Messico) la nazionale batte 1-0 la Svezia (non accadeva dall’1 luglio 1912, quando alle Olimpiadi di Stoccolma gli azzurri si imposero con lo stesso risultato) nel suo primo incontro valido per la fase finale dei noni campionati del mondo di calcio. Il gol è segnato da Angelo Domenghini all’11’ (papera del portiere Ronnie Hellström su un tiro da fuori area), questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Albertosi, Burgnich, Facchetti, Bertini, Niccolai (37’ Rosato), Cera. Domenghini, Mazzola, Boninsegna, De Sisti, Riva (fa discutere l’esclusione di Gianni Rivera, pallone d’oro in carica). Ieri, in un altro incontro valido per il gruppo 2, l’Uruguay, prossimo avversario degli azzurri il 6 giugno a Puebla, ha battuto 2-0 Israele.

Mondiali calcio, 0-0 azzurro con l’Uruguay

• A Puebla (Messico) la nazionale pareggia 0-0 con l’Uruguay nel suo secondo incontro valido per la fase finale dei noni campionati del mondo di calcio. Questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Albertosi, Burgnich, Facchetti, Bertini, Rosato, Cera, Domenghini (46’ Furino), Mazzola, Boninsegna, De Sisti, Riva. Gianni Rivera, pallone d’oro in carica (vedi 22 dicembre 1969), non è andato neanche in panchina.

Mondiali calcio, l’Italia vince il gruppo 2

• La nazionale pareggia 0-0 a Toluca con Israele e, grazie alla sconfitta subita ieri dall’Uruguay contro la Svezia (1-0), vince con quattro punti il secondo gruppo dei noni campionati del mondo di calcio. Questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Albertosi, Burgnich, Facchetti, Bertini, Rosato, Cera, Domenghini (46’ Rivera), Mazzola, Boninsegna, De Sisti, Riva. Qualificati per i quarti di finale, gli azzurri giocheranno il 14 giugno a Toluca contro i padroni di casa del Messico, che hanno passato il turno come secondi del gruppo 1 (dietro l’Unione Sovietica).

Mondiali calcio: 4-1 al Messico, Italia in semifinale

• Vittoriosa 4-1 a Toluca contro i padroni di casa del Messico, la nazionale di calcio si qualifica per la semifinale dei noni campionati del mondo: in svantaggio per un gol segnato al 13’ da José Luis Gonzalez, gli azzurri pareggiano al 25’ con un’autorete di Javier Guzman* su tiro di Angelo Domenghini, nella ripresa arriva la doppietta di Gigi Riva (63’, 76’) e il gol di Gianni Rivera, subentrato al 46’ in “staffetta” con Sandro Mazzola. Questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Albertosi, Burgnich, Facchetti, Bertini, Rosato, Cera, Domenghini (84’ Sergio Gori), Mazzola (46’ Rivera), Boninsegna, De Sisti, Riva. Il 17 giugno gli azzurri affronteranno a Città del Messico la Germania Ovest, che a Léon ha battuto 3-2 dopo i tempi supplementari l’Inghilterra campione in carica (in vantaggio 2-0 fino al gol di Franz Beckenbauer che al 67’ ha dato il via alla rimonta tedesca). Negli altri quarti di finale, a Città del Messico l’Uruguay ha battuto 1-0 l’Unione Sovietica, a Guadalajara il Brasile ha battuto 4-2 il Perù. * L’almanacco Panini e molte altre fonti italiane che parlano di autogol di Peña sono sbagliate: il n.3, che indossa la fascia da capitano, è lontano dalla palla, che viene invece deviata dal n. 14 Javier Guzman.

Epico 4-3 alla Germania, Italia in finale ai mondiali di calcio

• A Città del Messico l’Italia batte 4-3 la Germania Ovest e e dopo 32 anni (vedi 19 giugno 1938) riconquista la finale campionati del mondo di calcio: in vantaggio all’8’ con Roberto Boninsegna, gli azzurri sono raggiunti nel recupero del secondo tempo da un gol di Karl-Heinz Schnellinger. Tedeschi in vantaggio al 4’ del primo tempo supplementare con il bomber Gerd Müller, all’8’ arriva il pareggio di Tarcisio Burgnich. Italia di nuovo in vantaggio al 14’ del primo tempo supplementare con Gigi Riva, i tedeschi ripareggiano a dieci minuti dalla fine con Müller, dopo un minuto Gianni Rivera (di nuovo subentrato a inizio ripresa in staffetta con Sandro Mazzola) segna il definitivo 4-3 spiazzando il portiere Sepp Maier con un tiro di piatto dal dischetto del rigore (su cross di Boninsegna), Questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Albertosi, Burgnich, Facchetti, Bertini, Rosato (91’ Poletti), Cera, Domenghini, Mazzola (46’ Rivera), Boninsegna, De Sisti, Riva. La finale verrà giocata il 21 giugno a Città del Messico contro il Brasile che a Guadalajara ha battuto 3-1 l’Uruguay: giunta al terzo titolo, la vincente si aggiudicherà definitivamente la Coppa Rimet.

Italia ko (1-4), la Rimet è del Brasile

• A Città del Messico il Brasile batte 4-1 l’Italia e vince i noni campionati del mondo di calcio: giunti al terzo titolo, i sudamericani si aggiudicano definitivamente la Coppa Rimet. In svantaggio per un colpo di testa di Pelé al 18’, dopo venti minuti gli azzurri pareggiano con Roberto Boninsegna. Primo tempo chiuso sull’1-1, il ct Ferruccio Valcareggi non ripete la ormai consueta staffetta tra Sandro Mazzola e Gianni Rivera: il pallone d’oro entra solo a 6 minuti dalla fine (al posto di Boninsegna), quando i brasiliani conducono 3-1 grazie ai gol di Gérson (66’) e Jairzinho (71’), due minuti dopo arriva il 4-1 di Carlos Alberto. Questa la formazione dei vicecampioni del mondo: Albertosi, Burgnich, Facchetti, Bertini (74’ Juliano), Rosato, Cera, Domenghini, Mazzola, Bonisegna (84’ Rivera), De Sisti, Riva.

Calcio, goleada azzurra in Lussemburgo (4-0)

• La nazionale vince 4-0 in Lussemburgo nel primo incontro valido per il secondo gruppo di qualificazione ai decimi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si disputerà in Germania Ovest nell’estate del 1974. I gol sono segnati da Giorgio Chinaglia (3’), Gigi Riva (6’, 36’), Fabio Capello (62’). Questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Zoff, Spinosi, Bellugi, Agroppi, Rosato, Burgnich, Mazzola, Capello, Chinaglia, Rivera, Riva.

Calcio, pari azzurro in Svizzera (0-0)

• La nazionale pareggia 0-0 a Berna con la Svizzera nel secondo incontro valido per il secondo gruppo di qualificazione ai decimi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si disputerà in Germania Ovest nell’estate del 1974. Questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Zoff, Spinosi, Bellugi, Agroppi, Rosato, Burgnich, Mazzola, Capello, Chinaglia, Rivera, Riva.

Calcio, la Turchia ferma gli azzurri (0-0)

• Allo Stadio San Paolo di Napoli, la nazionale pareggia 0-0 con la Turchia nel suo terzo incontro valido per il secondo gruppo di qualificazione ai decimi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si disputerà in Germania Ovest nell’estate del 1974. Questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Zoff, Spinosi, Marchetti, Agroppi, Bellugi, Burgnich, Causio, Capello, Chinaglia (56’ Anastasi), Rivera, Riva. Questa la classifica del girone (la vittoria vale due punti, tra parentesi gli incontri disputati): Italia 4 (3), Turchia 3 (3), Lussemburgo 2 (3), Svizzera 1 (1).

Calcio, vittoria azzurra in Turchia (1-0)

• A Istanbul, l’Italia batte 1-0 la Turchia nel suo quarto incontro valido per il secondo gruppo di qualificazione ai decimi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si disputerà in Germania Ovest nell’estate del 1974. Il gol è segnato al 34’ da Pietro Anastasi, questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Zoff, Spinosi, Facchetti, Furino, Morini, Burgnich, Causio, Mazzola, Anastasi, Capello, Riva. Questa la classifica del girone (la vittoria vale due punti, tra parentesi gli incontri disputati): Italia 6 (4), Turchia 3 (4), Lussemburgo 2 (3), Svizzera 1 (1).

Calcio, cinquina azzurra al Lussemburgo

• Allo Stadio Luigi Ferraris di Genova la nazionale batte 5-0 il Lussemburgo nel suo quinto incontro valido per il secondo gruppo di qualificazione ai decimi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si disputerà in Germania Ovest nell’estate del 1974. I gol sono segnati da Gigi Riva (18’, 45’, 70’, 80’) e Gianni Rivera (63’), questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Zoff, Sabadini, Facchetti, Benetti, Spinosi, Burgnich, Mazzola, Capello, Anastasi (44’ Pulici), Rivera (83’ Sala), Riva. Questa la classifica del girone (la vittoria vale due punti, tra parentesi gli incontri disputati): Italia 8 (5), Turchia 3 (4), Lussemburgo 2 (4), Svizzera 1 (1).

Calcio, azzurri qualificati per i Mondiali di Germania

• Allo Stadio Olimpico di Roma la nazionale batte 2-0 la Svizzera e si qualifica per la fase finale dei decimi campionati del mondo di calcio, che si disputerà in Germania Ovest nella prossima estate. I gol sono segnati da Gianni Rivera (rigore al 39’) e Gigi Riva (79’): il bomber del Cagliari, giunto alla 35ª rete in maglia azzurra, rafforza il suo primato nella classifica di tutti i tempi (il 29 settembre, amichevole a Milano con la Svezia, ha staccato Giuseppe Meazza, secondo con 33 reti). Questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Zoff, Spinosi, Facchetti, Benetti, Morini, Burgnich, Mazzola, Capello, Anastasi, Rivera (44’ Causio), Riva. Questa la classifica del girone (la vittoria vale due punti, resta da giocare solo Turchia-Svizzera): Italia 10, Svizzera 6, Turchia 4, Lussemburgo 2.

Mondiali calcio, spavento azzurro con Haiti

• A Monaco di Baviera (Germania Ovest) la nazionale batte 3-1 Haiti nel suo primo incontro valido per la fase finale dei decimi campionati mondiali di calcio. In svantaggio per un gol di Emmanuela Sanon al primo minuto della ripresa (interrotta dopo 1.143 minuti l’imbattibiltà di Dino Zoff), gli azzurri (per l’occasione in maglia bianca con fascia orizzontale) temono per un po’ un’altra Corea (vedi 19 luglio 1966), al 52’ arriva il pareggio di Gianni Rivera, al 64’ un tiro di Romeo Benetti è deviato in porta da Arsène Auguste. Al 69’ Giorgio Chinaglia manda a quel paese il ct Ferruccio Valcareggi che lo sostituisce con Pietro Anastasi, che al 78’ fissa il punteggio sul definitivo 3-1. Questa la formazione italiana: Zoff, Spinosi, Facchetti, Benetti, Morini, Burgnich, Capello, Mazzola, Chinaglia (69’ Anastasi), Rivera, Riva. Nell’altro incontro del gruppo 4, a Stoccarda la Polonia batte 3-2 l’Argentina.

Mondiali calcio, pari azzurro con l’Argentina (1-1)

• A Stoccarda (Germania Ovest) la nazionale pareggia 1-1 con l’Argentina nel suo secondo incontro valido per la fase finale dei decimi campionati mondiali di calcio. In svantaggio per un gol segnato al 20’ da René Houseman, gli azzurri pareggiano al 35’ con un’autorete del capitano sudamericano Roberto Perfumo. Questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Zoff, Spinosi, Facchetti, Benetti, Morini (66’ Wilson), Burgnich, Capello, Mazzola, Anastasi, Rivera (66’ Causio), Riva. Per passare il turno agli azzurri basterà un pareggio nel match con la Polonia (che ha battuto 7-0 Haiti) in programma a Stoccarda il 23 giugno.

La Polonia ci butta fuori dai mondiali di calcio

• Battuta 2-1 a Stoccarda (Germania Ovest) dalla Polonia, la nazionale è eliminata dai decimi campionati del mondo di calcio: sotto 2-0 per i gol di Andrzej Szarmach (38’) e Kazimierz Deyna (44’), gli azzurri accorciano le distanze solo all’85’ con Fabio Capello, poi non riescono a segnare il 2-2 che ci porterebbe al secondo turno. Questa la formazione schierata dal ct Ferruccio Valcareggi: Zoff, Spinosi, Facchetti, Benetti, Morini, Burgnich (31’ Wilson), Causio, Capello, Chinaglia (46’ Boninsegna), Mazzola, Anastasi. L’Argentina, vittoriosa 4-1 con Haiti, ci elimina per la miglior differenza reti (7-5 contro 5-4).

Calcio, goleada azzurra in Lussemburgo (4-1)

• La nazionale vince 4-1 in Lussemburgo nel suo primo incontro valido per il secondo gruppo di qualificazione agli undicesimi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si disputerà in Argentina nell’estate del 1978. I gol sono segnati da Francesco Graziani (24’), Roberto Bettega (44’, 81’), Giancarlo Antognoni (50’), i padroni di casa accorciano le distanze all’86’ con Nicolas Braun. Questa la formazione schierata da Enzo Bearzot (coadiuvato da Fulvio Bernardini): Zoff, Tardelli, Rocca, P. Sala, Mozzini, Facchetti, Causio, Capello, Graziani, Antognoni, Bettega. Questa la classifica del girone (la vittoria vale due punti, tra parentesi gli incontri disputati): Inghilterra 4 (2), Italia 2 (1), Finlandia 2 (3), Lussemburgo 0 (2).

Calcio, gli azzurri stroncano l’Inghilterra: 2-0

• Allo Stadio Olimpico di Roma, la nazionale batte 2-0 l’Inghilterra nel suo secondo incontro valido per il secondo gruppo di qualificazione agli undicesimi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si disputerà in Argentina nell’estate del 1978. I gol sono segnati da Giancarlo Antognoni (36’, calcio di punizione deviato da Kevin Keegan) e Roberto Bettega (77’, spettacolare colpo di testa in tuffo), questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot (coadiuvato da Fulvio Bernardini): Zoff, Cuccureddu, Tardelli, Benetti, Gentile, Facchetti, Causio, Capello, Graziani, Antognoni, Bettega. Questa la classifica del girone (la vittoria vale due punti, tra parentesi gli incontri disputati): Inghilterra 4 (3), Italia 4 (2), Finlandia 2 (3), Lussemburgo 0 (2).

Calcio, 3-0 azzurro in Finlandia

• A Helsinki la nazionale batte 3-0 la Finlandia nel suo terzo incontro valido per il secondo gruppo di qualificazione agli undicesimi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si disputerà in Argentina nell’estate del 1978. I gol sono segnati da Claudio Gentile (8’), Roberto Bettega (56’), Romeo Benetti (81’), questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot (coadiuvato da Fulvio Bernardini): Zoff, Tardelli, Gentile, Benetti, Mozzini, Facchetti, Causio (72’ C. Sala), Zaccarelli, Graziani, Antognoni, Bettega. Questa la classifica del girone (la vittoria vale due punti, tra parentesi gli incontri disputati): Inghilterra 6 (4), Italia 6 (3), Finlandia 4 (5), Lussemburgo 0 (4).

Calcio, goleada azzurra alla Finlandia (6-1)

• Allo Stadio Comunale di Torino la nazionale batte 6-1 la Finlandia nel suo quarto incontro valido per il secondo gruppo di qualificazione agli undicesimi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si disputerà in Argentina nell’estate del 1978. I gol sono segnati da Roberto Bettega (29’, 38’, 59’, 62’), Franceso Graziani (45’), Renato Zaccarelli (71’), per gli ospiti il temporaneo 1-5 è realizzato al 67’ da Kai Haaskivi. Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Tardelli, Gentile, Benetti, Mozzini, Facchetti, Causio, Zaccarelli, Graziani, Antognoni, Bettega. Questa la classifica del girone (la vittoria vale due punti, tra parentesi gli incontri disputati): Inghilterra 8 (5), Italia 8 (4), Finlandia 4 (6), Lussemburgo 0 (5).

Gli azzurri limitano i danni a Wembley (0-2)

• Allo Stadio Wembley di Londra, la nazionale è sconfitta 2-0 dall’Inghilterra nel suo quinto incontro valido per il secondo gruppo di qualificazione agli undicesimi campionati del mondo di calcio, la cui fase finale si disputerà in Argentina nell’estate del 1978. I gol sono segnati da Kevin Keegan (11’) e Trevor Brooking (80’), questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Tardelli, Gentile, Benetti, Mozzini, Facchetti (83’ Cuccureddu), Causio, Zaccarelli, Graziani (46’ C. sala), Antognoni Bettega. Questa la classica del girone quando resta da disputare solo Italia-Lussemburgo: Inghilterra 10 (6), Italia 8 (5), Finlandia 4 (6), Lussemburgo 0 (5). Agli azzurri basterà vincere l’ultimo incontro per garantirsi la qualificazione in virtù della miglior differenza reti.

Azzurri qualificati per i mondiali d’Argentina

• Vittoriosa 3-0 allo Stadio Olimpico di Roma, la nazionale si qualifica per la fase finale degli undicesimi campionati mondiali di calcio, che si disputerà in Argentina nell’estate del 1978: appaiati a 10 punti con l’Inghilterra, gli azzurri vincono il gruppo 2 per la miglior differenza reti (18-4 a 15-4). I gol sono segnati da Roberto Bettega (4’), Francesco Graziani (11’), Franco Causio (56’), questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Cuccureddu, Tardelli (46’ Maldera), Benetti, Gentile, Mafredonia, Causio, Zaccarelli, Graziani, Antognoni, Bettega.

Mondiali calcio, 2-1 azzurro alla Francia

• A Mar del Plata (Argentina) l’Italia batte 2-1 la Francia nel suo primo incontro valido per la fase finale degli undicesimi campionati del mondo di calcio: in svantaggio per un gol segnato dopo 37 secondi da Lucien Lacombe, gli azzurri pareggiano al 29’ con Paolo Rossi, al 54’ arriva il gol della vittoria di Renato Zaccarelli. Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Benetti, Bellugi, Scirea, Causio, Tardelli, Rossi, Antognoni (46’ Zaccarelli), Bettega. Nell’altro incontro del gruppo 1, a Buenos Aires l’Argentina batte 2-1 l’Ungheria.

Azzurri già al 2° turno dei mondiali di calcio

• La nazionale batte 3-1 a Mar del Plata (Argentina) l’Ungheria e grazie al successo dei padroni di casa con la Francia (2-1) è già qualificata per il secondo turno dei campionati mondiali di calcio. I gol sono segnati da Paolo Rossi (34’), Roberto Bettega (35’), Romeo Benetti (61’), i magiari accorciano le distanze all’81’ con un calcio di rigore di Andras Toth. Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini (79’ Cuccureddu), Benetti, Bellugi, Scirea, Causio, Tardelli, Rossi, Antognoni, Bettega (83’ Graziani).

Mondiali calcio, gli azzurri battono anche l’Argentina (1-0)

• A Buenos Aires la nazionale batte 1-0 i padroni di casa dell’Argentina e chiude al primo posto del gruppo 1 il primo turno degli undicesimi mondiali di calcio. Il gol è segnato al 67’ da Roberto Bettega, questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Benetti, Bellugi (6’ Cuccureddu), Scirea, Causio, Tardelli, Rossi, Antognoni (73’ Zaccarelli), Bettega.

Mondiali calcio, 0-0 azzurro con la Germania Ovest

• A Buenos Aires (Argentina) l’Italia pareggia 0-0 con i campioni in carica della Germania Ovest nel primo incontro del secondo turno degli undicesimi mondiali di calcio. Gli azzurri recriminano per una traversa di Antonio Cabrini e per un incredibile salvataggio di tacco del terzino Manfred Kaltz su tiro a botta sicura di Roberto Bettega. Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Benetti, Bellugi, Scirea, Causio, Tardelli, Rossi, Antognoni (46’ Zaccarelli), Bettega. Nell’altro incontro del gruppo A, l’Olanda batte 5-1 l’Austria, prossima avversaria degli azzurri, il 18 giugno.

Mondiali calcio, Paolo Rossi piega l’Austria (1-0)

• A Buenos Aires la nazionale batte 1-0 l’Austria nel secondo incontro del secondo turno degli undicesimi mondiali di calcio. Il gol è segnato da Paolo Rossi al 13’, questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Benetti, Bellugi (46’ Cuccureddu), Scirea, Causio, Tardelli, Rossi, Zaccarelli, Bettega (71’ Graziani). Nell’altro incontro del gruppo A, la Germania Ovest pareggia 2-2 con l’Olanda, avversario che gli azzurri devono assolutamente battere nel match del 21 giugno per accedere alla finale che vale il titolo.

Mondiali calcio, Zoff ci condanna alla finalina

• A Buenos Aires la nazionale è battuta 2-1 dall’Olanda, che accede alla finale per il titolo (il 25 giugno contro l’Argentina) lasciando agli azzurri quella per il terzo posto (il 24 giugno contro il Brasile). Ernie Brandts ci porta in vantaggio al 19’ con un’autorete, al 49’ si fa perdonare dai suoi segnando il pareggio con un tiro da 25 metri, al 76’ Arie Haan ci toglie ogni speranza con un tiro da 40 metri che sorprende Dino Zoff (non esente da colpe anche sull’1-1). Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Cuccureddu, Cabrini, Benetti (77’ Graziani), Gentile, Scirea, Causio (45’ Claudio Sala), Tardelli, Rossi, Zaccarelli, Bettega. Fino all’88’ il 2-2 tra Germania e Ovest e Austria ci escludeva anche dalla finale di consolazione, il gol segnato dal bomber Hans Krankl ci ha infine fatto prevalere sui tedeschi.

Mondiali calcio, Zoff ci condanna al 4° posto

• A Buenos Aires (Argentina) la nazionale perde 2-1 col Brasile e chiude al 4° posto gli undicesimi mondiali di calcio. In vantaggio con Franco Causio al 38’, gli azzurri sono raggiunti al 64’ da Nelinho, al 71’ Dirceu decide la finalina a favore dei sudamericani: ancora una volta, come con l’Olanda (21 giugno 1978), Dino Zoff è trafitto con due tiri da una certa distanza (18 e 25 metri, i maligni parlano di problemi di vista). Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Cuccureddu, Cabrini, P. Sala, Gentile, Scirea, Causio, Maldera, Rossi, Antognoni (78’ C. Sala), Bettega.

Calcio, gli azzurri stentano in Lussemburgo (2-0)

• La nazionale vince 2-0 in Lussemburgo il suo primo incontro valido per il quinto gruppo di qualificazione ai dodicesimi campionati mondiali di calcio, la cui fase finale si svolgerà in Spagna nell’estate del 1982. I gol sono segnati da Fulvio Collovati (32’) e Roberto Bettega (77’), questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, G. Baresi, Oriali, Collovati, Scirea, Causio (espulso all’81’), Tardelli (46’ P. Sala), Altobelli (66’ B. Conti), Antognoni (espulso all’88’), Bettega.

Calcio, Graziani piega la Danimarca (2-0)

• Allo Stadio Olimpico di Roma, la nazionale batte 2-0 la Danimarca nel suo secondo incontro valido per il quinto gruppo di qualificazione ai dodicesimi campionati mondiali di calcio, la cui fase finale si svolgerà in Spagna nell’estate del 1982. Decide una doppietta di Francesco Graziani (6’, 50’), questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Marini, Collovati, Scirea, Conti, Tardelli, Altobelli, Graziani, Bettega. Questa la classifica del girone (la vittoria vale due punti, passano le prime due, fra parentesi gli incontri disputati): Jugoslavia 4 (2), Italia 4 (2), Grecia 2 (1), Lussemburgo 0 (2), Danimarca 0 (3).

Calcio, azzurri ok con la Jugoslavia (2-0)

• Allo Stadio Comunale di Torino, la nazionale batte 2-0 la Jugoslavia nel suo terzo incontro valido per il quinto gruppo di qualificazione ai dodicesimi campionati mondiali di calcio, la cui fase finale si svolgerà in Spagna nell’estate del 1982. I gol sono segnati da Antonio Cabrini (rigore al 40’) e Bruno Conti (74’), questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Marini, Collovati, Scirea, Conti, Tardelli, Graziani, Antognoni (79’ Zaccarelli), Bettega. Questa la classifica del girone (la vittoria vale due punti, passano le prime due, fra parentesi gli incontri disputati): Italia 6 (3), Jugoslavia 4 (3), Grecia 2 (1), Lussemburgo 0 (2), Danimarca 0 (3).

Calcio, vittoria azzurra in Grecia (2-0)

• La nazionale vince 2-0 ad Atene contro la Grecia il suo quarto incontro valido per il quinto gruppo di qualificazione ai dodicesimi campionati mondiali di calcio, la cui fase finale si svolgerà in Spagna nell’estate del 1982. I gol sono segnati da Giancarlo Antognoni (11’) e Gaetano Scirea (81’), questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Marini, Collovati, Scirea, Conti, Tardelli, Graziani, Antognoni (86’ Oriali), Altobelli. Questa la classifica del girone (la vittoria vale due punti, passano le prime due, fra parentesi gli incontri disputati): Italia 8 (4), Jugoslavia 4 (3), Grecia 2 (2), Danimarca 2 (4), Lussemburgo 0 (3).

Calcio, azzurri ko in Danimarca (1-3)

• A Copenaghen la nazionale subisce la sua prima sconfitta nel quinto gruppo di qualificazione ai dodicesimi campionati mondiali di calcio, la cui fase finale si svolgerà in Spagna nell’estate del 1982: la Danimarca si impone 3-1 con gol di Per Rontved (59’), Frank Arnesen (61’), Lars Bastrup (87’), il temporaneo 1-2 è segnato al 68’ da Francesco Graziani. Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Marini (67’ Dossena), Collovati, Scirea, Conti, Tardelli, Graziani, Antognoni, Bettega (67’ Ancelotti). Questa la classifica del girone (la vittoria vale due punti, passano le prime due, fra parentesi gli incontri disputati): Italia 8 (5), Jugoslavia 6 (4), Grecia 6 (5), Danimarca 6 (6), Lussemburgo 0 (6).

Calcio: 1-1 azzurro in Jugoslavia, Zoff come Facchetti

• A Belgrado la nazionale pareggia 1-1 con la Jugoslavia nel suo sesto incontro valido per il quinto gruppo di qualificazione ai dodicesimi campionati mondiali di calcio, la cui fase finale si svolgerà in Spagna nell’estate del 1982: padroni di casa in vantaggio al 9’ con Zlatko Vujovic, il gol azzurro à segnato al 33’ da Roberto Bettega. Dino Zoff, giunto alla 94ª presenza in maglia azzurra, aggancia in testa alla classifica di tutti i tempi Giacinto Facchetti ( primatista dal 25 settembre 1971, quando a Genova nell’amichevole Italia-Messico agganciò a 59 Umberto Calligaris, staccato il 9 ottobre 1971). Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Dossena, Collovati, Scirea, Conti, Tardelli, Altobelli, Antognoni (62’ Oriali), Bettega. Questa la classifica del girone (la vittoria vale due punti, passano le prime due, fra parentesi gli incontri disputati): Italia 9 (6), Jugoslavia 9 (6), Danimarca 8 (8), Grecia 6 (6), Lussemburgo 0 (6).

Calcio: gli azzurri vanno in Spagna, record di Zoff

• Pareggiando 1-1 a Torino con la Grecia, la nazionale si qualifica matematicamente per la fase finale dei dodicesimi campionati mondiali di calcio, che si svolgerà in Spagna nell’estate del 1982: in vantaggio al 61’ con Bruno Conti, gli azzurri sono raggiunti all’87’ da Konstandinos Kouis. Dino Zoff, alla 95ª presenza in nazionale, stacca Giacinto Facchetti in testa alla classifica di tutti i tempi. Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Marini, Collovati, Scirea, Conti (85’ Pruzzo), Dossena, Graziani, Antognoni (66’ Oriali), Selvaggi. Questa la classifica del girone (la vittoria vale due punti, passano le prime due, fra parentesi gli incontri disputati): Italia 10 (7), Jugoslavia 9 (6), Danimarca 8 (8), Grecia 7 (7), Lussemburgo 0 (6).

Calcio, brutta Italia col Lussemburgo (1-0)

• Già qualificata per la fase finale dei dodicesimi campionati mondiali di calcio, che si svolgerà in Spagna nell’estate del 1982, la nazionale chiude il gruppo eliminatorio battendo 1-0 il Lussemburgo allo Stadio San Paolo di Napoli. Il gol è segnato al 7’ da Fulvio Collovati, questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Oriali, Collovati, Scirea, Marocchino, Tardelli, Pruzzo, Dossena, Graziani. Questa la classifica finale del girone (si qualificano le prime due): Jugoslavia 13, Italia 12, Danimarca 8, Grecia 7, Lussemburgo 0.

Mondiali calcio, 0-0 azzurro con la Polonia

• Partita per la Spagna tra lo scetticismo generale, la nazionale pareggia 0-0 con la Polonia nel suo primo incontro valido per la fase finale dei dodicesimi campionati del mondo di calcio. A Vigo gli azzurri vanno vicini alla vittoria: all’81’ Giancarlo Antognoni batte un calcio d’angolo, il colpo di testa di Fulvio Collovati è respinto sulla linea da Jan Jalocha, la ribattuta di Marco Tardelli si schianta sulla traversa. Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff (alla 100ª presenza azzurra), Gentile, Cabrini, Marini, Collovati, Scirea, Conti, Tardelli, Rossi, Antognoni, Graziani.

Mondiali calcio, 1-1 azzurro col Perù

• A Vigo (Spagna) la nazionale pareggia 1-1 con il Perù nel suo secondo incontro valido per la fase finale dei dodicesimi campionati del mondo di calcio. In vantaggio con Bruno Conti al 19’, gli azzurri sono raggiunti all’85’ per un’autorete di Fulvio Collovati. Ancora deludente il bomber Paolo Rossi: tornato in attività da poco più di un mese (2 maggio 1982) dopo due anni di squalifica per il calcioscommesse, convocato a scapito di Roberto Pruzzo (capocannoniere degli ultimi due campionati di serie A), stenta a ritrovare la forma. Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Marini, Collovati, Scirea, Conti, Tardelli, Rossi (46’ Causio), Antognoni, Graziani. Fino ad ora il gruppo 1 ha visto solo pareggi: oltre ai due degli azzurri, c’è stato quello del 15 giugno tra Camerun e Perù, domani gli africani affronteranno la Polonia, il 23 giugno gli azzurri.

Mondiali calcio, azzurri al 2° turno con 3 pareggi

• A Vigo (Spagna) la nazionale coglie il terzo pareggio in tre partite e si qualifica per il secondo turno dei dodicesimi campionati del mondo di calcio: in vantaggio al 61’ con Francesco Graziani, gli azzurri sono raggiunti dopo appena un minuto da Grégoire Mbida ma si qualificano grazie alla miglior differenza reti nei confronti degli africani (2-2 contro 1-1). Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Tardelli, Collovati, Scirea, Oriali, Conti, Rossi, Antognoni, Graziani. Nell’altro incontro del gruppo 1, a la Coruña la Polonia batte il Perù 5-1: qualificati come secondi, gli azzurri giocheranno il secondo turno in un gruppo di ferro con l’Argentina campione in carica di Diego Maradona (seconda nel gruppo 3) e il favoritissimo Brasile di Zico (primo nel gruppo 6).

Mondiali calcio, gli azzurri battono l’Argentina (2-1)

• Allo Stadio Sarriá di Barcellona (Spagna) la nazionale di calcio coglie un’inattesa vittoria contro l’Argentina nel primo incontro valido per il secondo turno dei dodicesimi mondiali di calcio: in vantaggio al 57’ con Marco Tardelli, gli azzurri raddoppiano al 67’ con Antonio Cabrini, all’83’ i campioni in carica accorciano le distanze con un calcio di punizione di Diego Maradona, per tutta la partita vittima della spietata marcatura di Claudio Gentile. Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Oriali (75’ Marini), Collovati, Scirea, Conti, Tardelli, Rossi (80’ Altobelli), Antognoni, Graziani.

Mondiali calcio, Paolo Rossi elimina il Brasile (3-2)

• Allo Stadio Sarriá di Barcellona (Spagna) la nazionale coglie un inaspettato successo contro il Brasile, da tutti considerato favoritissimo per la vittoria dei dodicesimi mondiali di calcio: costretti al successo per accedere alle semifinali (i nostri avvesari hanno battuto l’Argentina con un gol di scarto in più), gli azzurri vanno in vantaggio al 5’ con Paolo Rossi, che segna anche il 2-1 (25’) dopo il temporaneo pareggio di Socrates (12’). Gol del 2-2 segnato al 68’ da Falcao, la partita è decisa al 74’ dal terzo gol di Rossi. Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Oriali, Collovati (34’ Bergomi), Scirea, Conti, Tardelli (75’ Marini), Rossi, Antognoni, Graziani. Claudio Gentile, che dopo Diego Maradona ha martirizzato pure Zico, sarà costretto a saltare per squalifica la semifinale dell’8 luglio contro la Polonia, che per lo stesso motivo dovrà fare a meno del fenomenale Zbigniew Boniek (sin qui autore di 4 gol, è già stato acquistato dalla Juventus).

Azzurri in finale ai mondiali di calcio

• Battendo 2-0 la Polonia, la nazionale torna dopo 12 anni (vedi 21 giugno 1970) nella finale dei mondiali di calcio, in cui affronterà la Germania Ovest campione d’Europa: al Camp Nou di Barcellona decide una doppietta di Paolo Rossi (22’, 73’), che a quota cinque reti è adesso capocannoniere del torneo parimerito col tedesco Karl-Heinz Rummenigge, vincitore delle ultime due edizioni del Pallone d’Oro. Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Bergomi, Cabrini, Oriali, Collovati, Scirea, Conti, Tardelli, Rossi, Antognoni (28’ Marini), Graziani (70’ Altobelli).

Dopo 44 anni l’Italia è campione del mondo di calcio

• Dopo 44 anni (vedi 19 giugno 1938) l’Italia vince il campionato del mondo di calcio, raggiungendo a quota tre titoli il Brasile. Allo Stadio Santiago Bernabéu di Madrid (Spagna) gli azzurri battono 3-1 la Germania Ovest: Antonio Cabrini fallisce un rigore (24’), al 56’ il risultato è sbloccato da Paolo Rossi (capocannoniere del torneo con 6 reti), quindi arrivano il raddoppio di Marco Tardelli (69’, indimenticabile il suo urlo dopo che la palla entra in rete) e il 3-0 di Alessandro Altobelli (80’), il gol della bandiera tedesco è segnato da Paul Breitner all’83’. Questa la formazione schierata dal ct Enzo Bearzot: Zoff, Gentile, Cabrini, Bergomi, Collovati, Scirea, Conti, Oriali, Rossi, Tardelli, Graziani (18’ Altobelli, 89’ Causio).