Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 14 Giovedì calendario

• Tirana (Albania) 1942 – Milano 7 dicembre 2015. Pittore. Poeta. «Umile, generoso, un genio dal carattere mite ma deciso» (Franco Manzoni).
• Sposato con Gemma Capra, vedova del commissario Luigi Calabresi e madre di tre figli, aveva studiato arte a Lucca e all’Accademia di Brera di Milano, discepolo del designer Bruno Munari. Era nato in Albania, a Tirana, durante una trasferta all’estero di suo padre, che lavorava in polizia. Famoso soprattutto per aver brevettato la bandiera (arcobaleno) dei pacifisti, ne depositò la sequenza cromatica nell’81: «Portai mio figlio Mario a una manifestazione pacifista, e non mi riuscì di trovare una bandiera che non fosse di partito».
• Libri di poesie: L’intermittenza del giallo (2005), MeTeOra (2008), L’ora stupita (2011). Raccontava che aveva iniziato a scrivere in treno.
• Viveva e lavorava a Milano.
• Con la moglie Gemma ebbe un figlio, Uber.