Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 15 Venerdì calendario

Palermo 24 luglio 1964. Politico. Segretario dell’Italia dei Valori (dal 30 giugno 2013).

• Tra i fondatori della Rete di Leoluca Orlando, entra nell’Italia dei Valori nel 1998, diventandone portavoce in Sicilia fino al 2003. Sindaco di Sciacca dal 1993 al 1999, deputato nel 2008 (responsabile Enti locali), non rieletto nel 2013, «ha nel suo palmares anche una candidatura alla Camera finita male (non eletto nella circoscrizione Sicilia nel 2001) e soprattutto un mezzo ribaltone. Mezzo. Perché nel 2004, quando si ricandida a sindaco di Sciacca alla testa di un’alleanza tra la sua lista civica, Rifondazione Comunista e i Verdi, e non passa il primo turno, al ballottaggio decide di dirottare i suoi voti sul candidato di Forza Italia. Voti che, tra l’altro, si riveleranno determinanti per il successo del berlusconiano». [Tommaso Labate, Corriere della Sera 1/7/2013]

• Eletto segretario dell’Idv dopo le dimissioni di Antonio Di Pietro e con consultazioni degli iscritti al partito online e ai gazebo (7.957 votanti su 14.145 aventi diritto): ha ottenuto il 66,9% dei consensi, battendo il favorito Niccolò Rinaldi, fermo al 30,8%.