Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 11 Lunedì calendario

• Napoli 28 aprile 1941. Ex magistrato (in pensione). Assessore agli Affari generali e istituzionali, Quartieri, area metropolitana e cittadinanza a Bologna nella Giunta Cofferati. Nel 2011 si candidò con Sel (e perse) alle primarie per scegliere il candidato sindaco di Napoli.
• Tra i fondatori di Magistratura democratica, presidente della Corte d’Assise di Bologna, partecipò da pm al processo contro i terroristi neri della strage del 2 agosto e ha giudicato i brigatisti rossi dell’omicidio Biagi. Magistrato a Napoli all’epoca del sequestro Ciro Cirillo e a Bologna all’epoca delle vicende della Strage alla stazione, dell’Italicus, della Uno Bianca.
• «Cercò di far incriminare Andreotti, la sua carriera riassunta da Francesco Cossiga» (Il Foglio).
• Da assessore bolognese definì “rifiuti” gli immigrati: «Non ci possono mandare qui dei rifiuti...» [Francesco Battistini, Cds 4/5/2008].
• Un fratello, anche lui magistrato, Paolo (Il Foglio)