Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 11 Lunedì calendario

• Roma 15 giugno 1944. Grafico (prima studio Fantastici 4 poi studio Jumblies). Docente alla facoltà di Disegno industriale di Milano e nella Scuola dell’editoria creata a Bologna da Umberto Eco. Ha fatto parte del direttivo AIAP, membro onorario del Double Crown Club. Fondatore di “Calligrafia”, direttore delle collane “il progetto Grafico” (NIS). Fellow dell’International Society of Typographic Designer, direttore di una collana di libri editi da Stampa Alternativa, “Scritture”, il cui titolo più famoso, Farsi un libro, manuale di grafica editoriale, ha raggiunto le 20.000 copie. Figlio del politico e scrittore Emilio (1890-1975).
• Nel 2007 coniò insieme ad Antonio Perri il termine «sinsemìa», per indicare il modo in cui i segni stanno insieme nello spazio, contrapponendosi ad una visione lineare e alfabetocentrica della scrittura. [S24 17/11/2010].
• Tra le sue pubblicazioni: La lettera uccide (Nuovi equilibri 1999). Da ultimo: Altri fiumi, altre valli, altre campagne e altre storie di grafica (Nuovi Equilibri 2014).