Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 15 Venerdì calendario

Lipsia 13 agosto 1871 - Berlino 15 gennaio 1919. Politico e rivoluzionario tedesco.
• Figlio di uno dei fondatori del Partito socialdemocratico tedesco (Spd), studi in legge ed economia politica, avvocato a Berlino nel 1899. Membro della Spd dal 1900, fiero antimilitarista (incarcerato per questo nel 1907), eletto al Reichstag nel 1912, si oppose all’entrata in guerra della Germania in dissenso con l’ala moderata, e maggioritaria, del partito guidato da Karl Kautsky. Formò con Rosa Luxemburg il Gruppo Spartaco (poi Lega spartachista, dall’inizio del 1919 nucleo centrale del Partito comunista tedesco). Arrestato in seguito a una manifestazione contro la guerra nel maggio 1916 e condannato per alto tradimento a quattro anni di carcere, venne liberato nell’ottobre 1918 grazie all’amnistia voluta dal principe Max di Baden per tutti i detenuti politici. Il 9 novembre proclamò la Libera repubblica socialista da una balconata del Castello di Berlino, mentre il principe Max annunciava l’abdicazione di Guglielmo II. Tra i protagonisti, sempre con la Luxemburg, della rivolta spartachista di gennaio, repressa dal nuovo governo socialdemocratico, fu catturato da paramilitari del Freikorps, torturato e ucciso senza processo.