Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

• Roma 22 febbraio 1950. Autore e conduttore tv. Si occupa di gossip su Raiuno, dal 2011 ad Uno mattina in famiglia, dal 2013 in Le amiche del sabato. Dal 2012 inoltre collabora con la trasmissione televisiva Drugstore (Rai Movie). «Non mi giudico né autore né conduttore; sono un personaggio di rottura, ho delle idee, vedo qualcosa, lo decodifico alla mia maniera, lo restituisco in video, ricomposto e riveduto».
• «A metà degli anni Settanta a Roma scriveva per un giornale di mondanità e un paio di volte lo fotografarono al Jackie O’ con personaggi famosi come Rosa Fumetto o Grace Jones. Visto che nessuno sapeva chi fosse, sui rotocalchi rosa scrissero che era un misterioso playboy. Lo notò Stefania Rotolo, che gli chiese di portare i personaggi famosi come ospiti del suo Piccolo Slam. Lo fece, e aspetta ancora dalla Rai di essere pagato per quel lavoro. La sua parabola professionale è poi proseguita con il programma Provini, da cui passarono personaggi poi diventati famosi, e Non è mai troppo tardi, senza dimenticare le irresistibili clip da inviato per il Festival di Sanremo. Ora che la vita in discoteca è solo un vecchio ricordo, Ippoliti combatte con le proposte di partecipazione ai reality: ha rifiutato di andare all’ Isola dei famosi perché si era già impegnato con Ballando con le stelle, dove sarebbe stato preso con l’intento ben preciso di fare polemica. Cosa che, ci tiene a sottolineare, non è mai avvenuta» (Vanity Fair).
• «La sua specialità è mettere insieme cittadini qualunque e, oltre tutto con pochi soldi, dimostrare che in televisione possono starci tutti» (Alessandra Comazzi).
• Nel 2008 Striscia la notizia lo intervistò a proposito di un programma ideato e realizzato da lui negli anni Novanta (i cui diritti quindi appartenevano alla Rai) identico a un format condotto da Fabrizio Frizzi nel 2007, acquistato all’esterno senza ragione. Ippoliti dichiarò: «Tra i due programmi c’è differenza: nel mio programma bisogna guardare in faccia una persona e indovinarne il mestiere, nell’altro bisogna indovinare che mestiere fa uno guardandolo in faccia».
• Si è visto anche al cinema in El dia de la bestia (Alex De la Iglesia, 1995) e Mi sei entrata nel cuore come un colpo di coltello (Cecilia Calvi, 1999). Da ultimo cura una rubrica di rassegna stampa televisiva all’interno di Mattino in famiglia.
• Vive con i gatti Isidoro, Fiamma ed Edea. Single. Collezionista di libri-mostro.