Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 10 Domenica calendario

• Siena 8 dicembre 1977. Attrice. Nota come Maya Marini, l’eccentrica giornalista ninfomane di Tutti pazzi per amore; già ispettore Irene Valli in Distretto di polizia. Sue interpretazioni cinematografiche in N (Io e Napoleone) (P. Virzì 2006), Io, Don Giovanni (C. Saura 2009), Noi credevamo (M. Martone 2010), Femmine contro maschi (F. Brizzi 2011), La mossa del pinguino (C. Amendola 2014). «Se fossi un uomo vorrei essere Gian Maria Volonté» (modello femminile: Monica Vitti).
• A 18 anni era allieva di Giorgio Strehler al Piccolo di Milano. Esordio fortunato al cinema con Dopo mezzanotte di Davide Ferrario. Ha fatto parte del cast de La bestia nel cuore di Cristina Comencini: «Mi propongono sempre ruoli da sfigata. Ma quasi nessuno è convinto che io possa essere bella. Cristina Comencini è l’unica che mi ha sfruttata nella seduzione. Veramente sono una seduttrice anche in 4-4-2, faccio una lesbica, una calciatrice che conquista la ragazza del mister» (a Valerio Cappelli). Nel dicembre 2007 un servizio fotografico di Max la ritrae finalmente nuda e seducente. Nel 2012 è tornata in teatro, con Colazione da Tiffany (regia di Piero Maccarinelli).
• «Se, tra cinema televisione e teatro, si chiede alla Inaudi quale sia il linguaggio che predilige, la risposta è decisa: “Preferisco il cinema, non perché sia meglio degli altri due linguaggi, ma mi è più congeniale. A differenza del cinema, dove la macchina da presa può captare ogni minima sfumatura dell’interpretazione, in palcoscenico tutto è amplificato, ed è più difficile, se non impossibile, trasmettere al pubblico le sottigliezze, i dettagli, le gradazioni di un personaggio”» (Emilia Costantini) [Cds 12/3/2012].
• Per rilassarsi va «al cimitero acattolico di Roma: c’è una strana forma di quiete, come un fermo immagine» (ad Anna Maria Speroni) [Iod 18/2/2012].
• Sposata dal 2008 con il collega Andrea Gattinoni. Entrambi grandi amanti degli animali, hanno fatto di casa loro un piccolo zoo (camaleonti, serpenti, cani e cavalli).