Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 15 Venerdì calendario

• Roma 27 aprile 1977. Scrittrice. Conduttrice radiofonica (Io, Chiara e l’oscuro su Radiodue) e tv (Dieci minuti su Laeffe).
• Laureata al Dams di Bologna, ha condotto trasmissioni tv e scritto libri di successo: Una vita sottile (Marsilio, 1999, da cui Lidia Ravera ha ricavato la sceneggiatura per un film tv sulla Rai), Color lucciola (Marsilio, 2001), Arrivano i pagliacci (Bompiani, 2002), La zona cieca (Bompiani, 2008, finalista al Campiello), Le luci nelle case degli altri (Mondadori, 2010), L’amore quando c’era (Mondadori, 2012), da cui è stata tratta un opera teatrale. Da ultimo Quattro etti d’amore, grazie (Mondadori, 2013) e Per dicei minuti (Feltrinelli, 2013).
• Scrive per Vanity Fair e Io Donna.
• «Ciò che ha passato (il padre Vito era stato protagonista nel 1993 di un clamoroso errore giudiziario che aveva drammaticamente condizionato l’esistenza di tutta la famiglia) mescolato ai suoi talenti naturali, ha fatto di lei quel che è oggi. Una rivelazione per il mondo della letteratura e dello spettacolo» (La Stampa).
• «In casa mia, con mamma ragioniere e papà ingegnere, i libri li ho portati io» [ad Alessandra Mangiarotti, Cds 16/12/2012].
• «Nei periodi in cui scrivo mi isolo in campagna» [Fabio Cutri, Cds 14/8/2008].
• «Do il 10% al mio agente Luigi Bernabò perché pensi a tutto lui, insieme al commercialista. Vengo sempre delusa da quel che trovo sul mio conto a fine mese» (Tommy Cappellini).
• «Il romanzo letto più volte? “Il teatro di Sabbath di Philip Roth e L’amante di Lady Chatterley di David Herbert Lawrence”. Il volume che non può mancare in libreria? “L’Odissea, per il suo aspetto divertente”. Un italiano contemporaneo? “Michele Mari e Walter Siti”. Musica. “Ho gusti un po’ burini...”. Dica senza vergogna. “Anni Sessanta e Settanta”. Tipo? “Ornella Vanoni, Gino Paoli, Beatles, Sergio Endrigo, Nicola Di Bari e tantissimi Abba”» (a Elvira Serra).
• Sposata dall’ottobre 2009 con lo scrittore Emanuele Trevi, al quale «regalò un kit “anti-invecchiamento” cerebrale». Viaggio di nozze alle Maldive.
• Colleziona bambole. «Dall’età di cinque anni. Ho anche una Barbie, l’ho comprata su consiglio dell’analista a vent’anni”». Dorme con un orsetto bianco di nome Vicienzo: «Regalo di amici napoletani».
• Ha dato a un suo cane il nome di uno psicofarmaco: Tolep.