Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 15 Venerdì calendario

• Reggio Emilia 1 febbraio 1947. Moglie di Romano Prodi. Docente alla facoltà di Scienze politiche di Bologna dove «è soprannominata “google”, perché sa tutto» (Alessia Ercolini, Grazia).
• Il padre (Giovanni) insegna Chimica, la madre (Paola) si occupa della casa. Un fratello più giovane, assicuratore. 1953-1966: frequenta le scuole pubbliche della sua città. Dopo le medie è al liceo scientifico Spallanzani, dove prende la maturità.
• Attiva nella Gioventù dell’Azione cattolica. Al circolo Leonardo, nel 65, conosce questo suo lontano cugino, Romano Prodi. Lei ha 18 anni ed è all’ultimo anno del liceo, lui ne ha 25 ed è già laureato in Giurisprudenza alla Cattolica di Milano. «Ricordo che abbiamo cominciato a uscire insieme “in maniera diversa” pochi giorni prima che io dessi l’esame di maturità. Le apprensioni per l’esame e per l’impegno che avevo preso con lui si intrecciavano nella mia mente. Sì, il ricordo è un po’ confuso, ma so che ero agitata». Si sposano poi nel 69 (250 invitati, messa celebrata del parroco e omelia pronunciata da Camillo Ruini), si stabiliscono a Bologna e hanno due figli, Giorgio (1971, economista) e Antonio (1974, biologo).
• Ha lavorato per vent’anni (fino al 1995) all’Istituto regionale per i servizi sociali, di cui da un certo momento in poi è stata direttrice. Nel 1996 ha partecipato con il marito alla campagna elettorale per le politiche, vinte poi dall’Ulivo.
• Sul periodo di Bruxelles: «Sono poco portata per le lingue. Quello è stato un periodo molto pieno per me. Si sono sposati i ragazzi, sono arrivate le nipotine, poi io mi sono ammalata e ho avuto un periodo duro». Nel 2005 scrive con il marito il libro Insieme (San Paolo Edizioni, 45 mila copie in due mesi), che si aggiudica il premio speciale alla Capri-San Michele (la più importante rassegna in ambito cattolico per la narrativa, vinta due volte da Ratzinger).
• In occasione dei quarant’anni di matrimonio con Romano Prodi, i parenti costrinsero lei e suo marito a cantare Siamo la coppia più bella del mondo [Cds 1/6/2009].
• Nel dicembre 2010, per le primarie di Bologna, sostenne la candidata Sel Amelia Frascaroli, anche se il Pd supportava un altro candidato, Virginio Merola [Cds 15/12/2010].