Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 12 Martedì calendario

• Taglio di Po (Rovigo) 1 marzo 1949. Politico. Nel 2006 eletto alla Camera con Forza Italia.
• È stato presidente della Ascom, della Camera di Commercio e della Cciaa di Rovigo. Nel settembre 2013 ha espresso fortemente il suo malumore per la mancata nomina ad amministratore unico della Asm spa, in particolare si è scagliato contro il coordinatore provinciale del Pdl, Mauro Mainardi, («Mi vergogno di avere un coordinatore provinciale così») che avrebbe influenzato la scelta, ricaduta su Ugo Fiocchi. «Felice per lui come amico, anche se dispiaciuto perché le affermazioni di Mainardi avranno contribuito a far cambiare idea sulla scelta dell’amministratore unico» [rovigooggi.it 12/9/2013].
• Un po’ di sfortunata notorietà dopo un’“esamino” delle Iene: «Sul Darfur si consuma la tragedia. L’on. Fini (Giuseppe) è chiaramente convinto che si tratti del fast food: “È una moda non italiana, noi siamo il popolo dello stile, del buon mangiare... è che stiamo prendendo velocità e cose di altri Paesi… Darfur... sono cose fatte in fretta”. La fine del servizio spezza il cuore ai più sensibili. Fini Giuseppe ha capito di aver detto lo sfondone della sua vita, che verrà sentito da milioni di italiani. Va via tristissimo trascinando il suo trolley, manda via la Iena con un luttuoso gesto della mano» (Maria Laura Rodotà).