Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2018  giugno 19 Martedì calendario

• Milano 13 marzo 1963. Politico. Eletto alla Camera nel 2006 con l’Ulivo (Ds), nel 2008 e nel 2013 col Pd. Presidente del Forum sicurezza del Pd. Membro della Commissione trasporti, poste e telecomunicazioni e del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica.
• Figlio di Nedo, sopravvissuto di Auschwitz (vedi). «È stato un promotore di Sinistra per Israele, capogruppo dei Ds al Comune di Milano dal 2001 al 2006, presidente della comunità ebraica milanese. Prima, architetto a tempo pieno. Prima ancora, un ragazzo del movimento sionista socialista Hashomer hatzair, la Giovane guardia. Nell’83 lavorò un anno come falegname in un kibbutz di Sassa, Galilea. Lì andò con la futura moglie, Tamara. Come tanti ebrei italiani, anche Emanuele Fiano e il fratello Andrea, corrispondente di Milano Finanza da New York, hanno parenti in Israele. Ad esempio la cugina Fiamma Nirenstein, giornalista, politicamente l’opposto di Emanuele» (Maurizio Caprara).
• Nell’ottobre 2011 presentò un’interrogazione alla Camera, denunciando lo sperpero di denaro pubblico alla Difesa (La Russa) a causa dell’acquisto di 19 Maserati blindate destinate ai dirigenti del ministero.
• Sposato, due figli.