Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2018  maggio 23 Mercoledì calendario

• Roma 16 maggio 1968. Cantautore. Prima popolarità con Dica (1996), nel 1997 partecipò al Festival di Sanremo con Capelli, scritta dall’ex compagna Cecilia Dazzi (categoria Nuove Proposte, vinse il premio della critica). Album: Il giardiniere (1997), Niccolò Fabi (1998), Sereno ad ovest (2000), La cura del tempo (2003), Novo mesto (2006), Solo un uomo (2009) ed Ecco (2012) con il quale vince il premio Tenco come miglior disco dell’anno.
• Figlio di Claudio, importante produttore degli anni Settanta (Pfm ecc.). Inizi come batterista dei Fall Out, poi con Max Gazzé e Daniele Silvestri diede vita alla seconda scuola romana dei cantautori, quella anni Novanta (un ventennio dopo De Gregori, Venditti ecc). «Poi, dopo tanto spirito di gruppo, dopo la lunga collaborazione con Riccardo Sinigallia come coproduttore delle sue canzoni, Fabi ha deciso di proseguire in semi-solitudine, facendo tutto in prima persona: scrivendo musiche e testi, arrangiando e perfino suonando quasi tutti gli strumenti» (Stefano Pistolini).
• «La verità è che io sono in parte cantautore, ma allo stesso tempo sono intimamente musicista. Mi rendo conto perfettamente che la mia voce è particolare, è evocativa di qualcosa ma ha un limite nella possibilità espressiva, ho un tipo di toni che si addice ad alcune cose e non ad altre, così come il mio aspetto» (a Ernesto Assante).
• «Nel ’97 avevo un pubblico molto giovane, il cui entusiasmo è scemato. Oggi ne ho uno meno numeroso, ma più adulto, e ne sono felice» (a Simona Orlando).
• Due figli avuti dalla sua compagna iraniana, Shirin Amini (fotografa): Olivia, persa tragicamente a 22 mesi il 3 luglio 2010 a causa di una meningite fulminante, e Kim (2012).
• Laureato in Filologia romanza, tesi in Codicologia con il massimo dei voti.