Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

• Veggiano (Padova) 27 giugno 1957. Ex mezzofondista. Medaglia d’oro dei 1500 metri alle Olimpiadi di Los Angeles (1984). Primatista italiana degli 800 (1’57’’66 a Pisa il 5 luglio 1980) e dei 1500 (3’58’’65 a Tirrenia il 25 agosto 1982).
• «Famiglia di agricoltori (padre, madre e 7 fratelli: 3 donne e 4 maschi, tra cui Sante, suo primo allenatore), timida e un po’ paurosa, ammira Marcello Fiasconaro, ma intanto gioca a calcio e pallavolo. A 11 anni corre la sua prima campestre scolastica (a soli 15 anni vestirà la maglia azzurra, che indosserà altre 64 volte)» (Rosanna Schirer).
• «I miei non volevano che andassi in giro per il mondo, stiamo parlando di più di trent’anni fa, la mentalità era più chiusa. Ricordo ancora la faccia storta di mia madre: una ragazza, da sola, non sta bene...». Decisivo il ruolo della nonna: «Contadina, quasi analfabeta, chiamò il parroco di Veggiano e radunò la famiglia intorno al tavolo della cucina. Poi parlò chiaro a tutti: se l’atletica è la strada della Gabri, nessuno si azzardi a fermarla. Fantastica!» (a Gaia Piccardi).
• Sulla medaglia olimpica: «Quando ho superato il traguardo ho avuto un attimo di smarrimento. E adesso, mi sono chiesta, cosa faccio?».
• Si è ritirata nel 1992 perché incinta del secondo figlio.
• Nel 2009 rivolta alla collega Elisa Cusma: «Non devi accontentarti mai. Ti vedo forte e motivata, puoi arrivare ancora più in alto. Per i miei record spero invece che tu non li batta mai... Chi dice il contrario non è un generoso, ma soltanto un gran bugiardo!» (Corriere della Sera)
• Sposata con Carlo Spigarolo, due figli: Annachiara (Marostica, Vicenza, 12 dicembre 1985), 4 volte campionessa italiana giovanile degli 800, e Davide (2 luglio 1993), altista.