Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 15 Venerdì calendario

• Aiello del Friuli (Udine) 1 febbraio 1953. Politico (Autonomia responsabile). Consigliere regione Friuli Venezia Giulia (dal 22 aprile 2013) e consigliere comunale di Trieste (dal 9 aprile 2006). Dal 1996 al 2001 è stato sindaco di Muggia (Trieste), poi sindaco di Trieste (2001-2011). Ex amministratore delegato del Terminal Intermodale di Trieste–Fernetti, dal 23 maggio 2008 per un anno è stato presidente dell’aeroporto Friuli Venezia Giulia. Nel 2006 prese 3 voti durante l’elezione del presidente della Repubblica.
• «Garzone di salumeria, diploma di terza media, diventato immensamente ricco grazie a uno spirito imprenditoriale che ne ha fatto un re dei supermercati, l’uomo non è il tipo da rovinarsi il sonno per le gaffe. È ruspante. Gli vengono di getto. Va alla festa del lavoro degli sloveni e, dimentico che la comunità cittadina è radicata, augura loro “un felice soggiorno”. Una delegazione ucraina gli regala una mazza di legno e lui, ammiccando su Fabio Omero, il segretario ds già dirigente Arci-gay, sbotta: “La regalerò a Omero!”. Ride alle contestazioni facendo il gesto dell’ombrello. Va alla Risiera di San Saba per rendere omaggio alla comunità ebraica e si schianta su un lapsus suicida: “Onore ai martiri delle foibe!”» (Gian Antonio Stella).
• Commendatore della Repubblica e Grande ufficiale ordine al merito della Repubblica italiana.