Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 15 Venerdì calendario

• Roma 24 febbraio 1949 – 5 dicembre 2014. Compositore. Figlio del grande regista Vittorio De Sica, fratello di Christian, «vuole essere chiamato Manúel, alla spagnola, in onore della mamma Maria Mercader» (Michele Anselmi). Nastro d’argento 1993 per Al lupo, al lupo (regia di Carlo Verdone), David di Donatello 1996 per Celluloide (Carlo Lizzani).
• Compositore di oltre 70 colonne sonore, tra le quali molte per papà Vittorio, Dino e Marco Risi, Enrico Vanzina, Pasquale Squitieri, Carlo Verdone, perfino Claude Chabrol. L’ultima nel 2012 per L’amore è imperfetto (regia di Francesca Muci).
• Da giovane «ero un ragazzo polemico e mettevo tutti in discussione, anche mio padre. Ma verso i vent’anni, quando ho scoperto il mio talento per la musica, fra noi due è cominciata una relazione bellissima» [Federica Lamberti Zanardi, Ven 5/4/2013].
• «Quelli in cui io e mio padre abbiamo lavorato insieme sono stati gli anni in cui ci siamo conosciuti meglio e voluti più bene. Dal 1969 al 1973 ho composto le musiche dei suoi ultimi sei film».
• Con il fratello Christian ha un rapporto «forte anche se discontinuo. L’unica volta che siamo usciti da soli fu nel 1972 per andare a vedere Ultimo tango a Parigi. Ma ci siamo addormentati prima della famosa scena del burro» [Lamberti Zanardi, cit.].
• Presidente dell’associazione Amici di Vittorio De Sica, da anni sostiene la promozione e il restauro delle pellicole del padre. Nel 1997 ha curato con Orio Caldiron il volume Ladri di biciclette. Testimonianze, interventi e sopralluoghi (Pantheon).
• Nel 2013 è uscito per Bompiani Di padre in figlio, «un’autobiografia congiunta che rilegge la vita e la carriera del regista, rendendo omaggio alla figura dell’artista, dell’attore ma anche dell’uomo e del padre» [Cds 12/8/2013].
• È stato sposato con la produttrice cinematografica Tilde Carrara Corsi, conosciuta tramite sua sorella Emy. I due hanno un figlio, Andrea.