Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2018  settembre 25 Martedì calendario

Milano 10 agosto 1931 – Milano 27 novembre 1999. Ballerina. Diploma alla Scuola del Teatro alla Scala di Milano, dal 1954 al 1975 prima ballerina, nota soprattutto per il repertorio balanchiniano (ma anche per le sue interpretazioni del Lago dei cigni, Romeo e Giulietta ecc.). Ritiratasi nel 1975, è stata maître de ballet del corpo di ballo scaligero.
• «Era una delle più celebri ballerine italiane, protagonista per oltre vent’anni delle stagioni della Scala del dopoguerra, è morta nella sua casa milanese a 68 anni. Ammirata per la sua tecnica impeccabile, aveva danzato il grande repertorio e molti titoli moderni Negli anni ’70 aveva partecipato anche a vari spettacoli della compagnia di Carla Fracci» (Cds 28/11/1999).
• Alla Scala era cresciuta nella scuola poi nel Balletto e ancora prima del passo d’addio (lo spettacolo di fine corsi che negli anni Cinquanta era la vetrina dei futuri talenti) aveva sostenuto parti di solista. «Era il 1952. Ammirata per la sua fortissima tecnica, per la precisione e l’energia Vera Colombo ebbe subito i ruoli più impegnativi del grande repertorio: sotto questo profilo fu uno degli esempi per la più giovane Carla Fracci, destinata poi a diventare il numero uno della danza italiana» (ibidem).