Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 11 Lunedì calendario

• Catanzaro 22 aprile 1951. Medico. Oncologo. Dal 2001 direttore scientifico dell’istituto Regina Elena di Roma (il nostro istituto nazionale dei tumori), nel 2006 fu rimosso dal ministro della Salute Livia Turco, appena insediata, e sostituito dall’epidemiologa Paola Muti, a suo dire con l’unica motivazione che bisognava incrementare le “quote rosa”. Perso il ricorso al Tar, ma reintegrato con sentenza del Consiglio di Stato, lasciò infine la carica nel dicembre 2006 causa l’inserimento nel maxi-emendamento alla Finanziaria della norma “ad personam” che vietava ai direttori scientifici di esercitare la libera professione.
• Attualmente è Direttore del Dipartimento di Oncologia Medica dell’Istituto Nazionale Regina Elena.
• «Quando ho intrapreso la mia carriera di medico non ho esitato neanche un attimo a scegliere l’oncologia come mia vocazione».
• Sposato, una figlia.