Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  febbraio 25 calendario

Reggio Emilia 9 giugno 1945. Politico. Deputato dal 1987 al 1994 (Dc, Ppi) e dal 2001 al 2013 (Margherita, l’Ulivo, Pd).Già presidente della Giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera (2008-2013).
• Delegato regionale del Movimento giovanile della Dc alla fine degli anni Sessanta, dall’80 all’87 fu consigliere regionale. Parlamentare europeo del Ppi dal 1994, al congresso del 2 ottobre 1999 fu eletto segretario nazionale (succedendo a Franco Marini).
• Nel 2002 venne rinviato a giudizio con l’accusa di corruzione: all’inizio degli anni Novanta avrebbe ricevuto una tangente di 15 milioni di lire dall’imprenditore Luigi Marrino. Il 15 aprile 2003 il gup Sante Bascucci gli concesse le attenuanti e dichiarò prescritto il reato.
• Considera Mino Martinazzoli un maestro: «I democristiani, diceva, rubano per sé ma dicono di farlo a favore del partito. I comunisti rubano per il partito, ma sostengono di farlo per sé» (Alessandro Trocino) [Cds 2/2/2012].
• «In piena Tangentopoli Martinazzoli mi incaricò di prepensionare trecento deputati democristiani: mi fecero impazzire. Vincenzino Russo, nove legislature, dovetti minacciarlo di prenderlo a calci nel sedere. De Mita mi confidò: la politica per me è una droga. Senza, muoio» (ad Aldo Cazzullo) [Cds 14/12/2012].
• È tra i garantisti del Pd, a proposito di Ottaviano Del Turco (vedi) ha detto: «L’arresto mi sembra paradossale, le accuse inverosimili. I magistrati per un atto così spettacolare dovrebbero fornire qualche elemento concreto di supporto».
• La moglie, Anna Maria Burani, psicologa, a lungo dirigente dell’Azienda sanitaria locale nonché docente all’Università di Parma, è morta nel giugno 2007. Un figlio, tre nipoti.
• Ha pubblicato qualche libro, l’ultimo è La nuova tenda (Diabasis 2008).
• Juventino, è membro dello Juventus Club Montecitorio.