Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 12 Martedì calendario

• Termini Imerese (Palermo) 15 novembre 1949. Nome d’arte di Giuseppe Casella. Mago e ipnotista: «Son un paragnosta, figlio di paragnosta». Notato da Pippo Baudo in una trasmissione di Antenna Sicilia, partecipò a Fantastico 3 (1982) ottenendo subito grande popolarità.
• «Attore di trovate che hanno solo bisogno di complici psicolabili» (Aldo Grasso). «L’ipnosi teatrale esiste da tantissimo tempo. Il suo è un divertissement» (Mago Silvan).
• Il suo numero preferito è bloccare le vittime in stato di trance con le dita intrecciate sopra la testa. Tra le sue cavie Carmen Di Pietro, Gabriella Carlucci, Orietta Berti, Sabrina Salerno, Daniela Poggi, Edwige Fenech, Carmen Russo, Belen Rodriguez, Cannelle (che convinse addirittura a spogliarsi). In scena usa il rimmel per rendere lo sguardo più profondo.
• «Da decenni si esibisce  anche come "ipnotizzatore di galline". Ora si è scoperto il suo segreto: il paragnosta prende in mano la gallina, e nascondendola al pubblico le fa come una "suppostina". La gallina resta immobilizzata; finito il trattamento, l’animale come per magia si ridesta» (Ivan Rota).
• Ospite in numerose trasmissioni tv.