Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  ottobre 23 Lunedì calendario

(Giuseppe) Palermo 12 ottobre 1934. Attore. Comico.
• Studi solo fino alla quinta elementare. «Le scuole le ho frequentate poco perché la cultura costa e la povertà è gratis. Non mi sono lasciato scappare quest’occasione». Primi lavori come apprendista tipografo, garzone di bottega, salumiere, barista, droghiere, strillone di giornali.
• Lunga gavetta in teatro, si impose nel 1965 come cabarettista al Bagaglino di Roma. Chiamato in Rai nel 1968 per la trasmissione Che domenica amici, da allora è sempre stato più o meno presente.
• «Il mestiere dell’attore mi offriva la speranza e la disperazione, la disperazione di non avere alternative, la speranza di poter, con questo lavoro, raggiungere qualche risultato. Io non so né si può dire cosa avrei fatto se avessi avuto un titolo di studio. Io penso che avrei fatto ugualmente l’attore. L’attrazione era molto forte».
• «Con il suo sottile umorismo, ha riconquistato il piccolo schermo interpretando il maresciallo Capello nella fiction Carabinieri, su Canale 5» (Florinda Cordella).
• «Quando mi hanno fermato i carabinieri mi sono sentito male, invece era per dirmi “Grazie, collega!”».
• Negli ultimi anni ha portato Pirandello in palcoscenico: Il gioco delle parti (2012) e Il berretto a sonagli (2013).
• È anche autore di libri: L’uomo comune (Marsilio), vincitore al Festival dell’umorismo di Bordighera, Un comico urgente a via Cavour (Zelig). Da ultimo Nasco improvvisamente a Palermo (A & B Editrice, 2011).
• Sposato con l’attrice Maria Luisa Ferzetti. Un figlio attore e doppiatore, Francesco. Tifoso del Palermo. Vive a Roma. «Ho due città. A Palermo torno nella mia città, a Roma a casa mia. Devo tanto a Roma anche perché mi ha dato una moglie e un figlio».
• Vegetariano e animalista.