Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 15 Venerdì calendario

• Alghero 28 febbraio 1959. Politico. Deputato dal 2001 al 2013 (Fi, Pdl, Udc). Ex presidente della Commissione bicamerale d’inchiesta sull’infanzia, correlatrice nel 2004 della legge Urbani. Padre militare e madre casalinga. Due lauree: una in Lingue e letterature straniere, l’altra in Storia dell’arte. Prima faceva la showgirl (dall’83). Sorella di Milly (vedi) e Anna (Udine 26 maggio 1961), che ebbe un po’ di notorietà come valletta di Luciano Rispoli in Parola mia.
• «In tv i suoi programmi quasi mai sono stati campioni d’ascolto. Tutt’altro: gli infortuni sono stati diversi. Piccolo grande amore (filmini e ricordi di presunti vip sui loro primi amori) è stato chiuso in anticipo nel disinteresse generale, e Serata a sorpresa cancellato prima ancora di partire dal pur ben disposto direttore socialista di Raidue, Giampaolo Sodano. Anche quando è andata meglio, come nel 1994-95 per l’edizione di Buona domenica con Gerry Scotti, non è esattamente per la qualità del prodotto che ci si ricorda della Carlucci. Anzi, le sue sfide estreme, i suoi lanci con l’elastico, il car bowling (lanciarsi con un’auto a 100 all’ora contro un’altra messa in verticale facendola saltare come un birillo), il trascinamento da una macchina in corsa (con svenimento finale), sono considerati tra le più convincenti espressioni della stagione della tv spazzatura» (Pier Paolo Giano). Nonostante la carriera politica, non ha chiuso con lo spettacolo: conduceva su Retequattro con Edoardo Raspelli il programma Melaverde.
• Dopo la faccenda del papa alla Sapienza (vedi Marcello Cini) s’è distinta per gli attacchi a Luciano Maiani, in quel momento candidato alla presidenza del Cnr (poi nominato). Queste critiche, qualche volta persino nel merito, hanno provocato una vivace risposta addirittura da parte di parecchi scienziati (tra cui il premio Nobel Sheldon Glasgow), che, più o meno velatamente, hanno accusato Carlucci di incompetenza.
• «Ha dichiarato che la vita del deputato è dura e che a lei i soldi non bastano» (Gianni Mura).
• A gennaio 2008 ha citato in giudizio per danni l’Alitalia per aver soppresso il volo Roma-Bari: «Non ho potuto partecipare al congresso provinciale di Forza Italia e non ho potuto attendere al mio lavoro di deputato nel collegio in cui sono stata eletta».
• Nel 2009 è stata condannata al risarcimento di una ex collaboratrice della sua segreteria per averla pagata in nero (il caso fu portato alla luce da Le Iene).
• Nel 2011 e nel 2012 si è distinta per due diverse aggressioni agli inviati de Le Iene: la prima nei confronti del Trio Medusa, recatosi davanti al Parlamento per chiederle spiegazioni in merito ad alcune sue assenze; la seconda nei confronti di Filippo Roma, che aveva sollevato il caso dell’ex collaboratrice parlamentare pagata in nero.
• Subito dopo il passaggio all’Udc dichiarò alla Zanzara, su Radio 24, che i giovani nutrono ammirazione per Berlusconi anche perché «a 74 anni, l’età dei loro nonni, è pieno di donne».
• Eletta nel 2010 sindaco di Margherita di Savoia (Barletta-Andria-Trani), poi le dimissioni nel 2012: «(…) Aveva azzerato la sua giunta ricordando “l’accordo sottoscritto e firmato il 28 dicembre del 2010 da tutti i membri della giunta e del Consiglio comunale che prevedeva che assessori e consiglieri rimettessero al sindaco le proprie deleghe a metà della legislatura”. Questo ha ribadito la Carlucci non è avvenuto. Non solo. A Gabriella Carlucci non è stata data neanche la possibilità di “giocare” sui 20 giorni di tempo per il ritiro delle dimissioni, perché in serata 11 consiglieri hanno firmato per lo scioglimento del Consiglio» (Rep 1/10/2012). Nel 2010 era stata accusata di aggressione da Antonella Cusmai, l’altra candidata sindaco a Margherita di Savoia.
• Ha sposato prima l’attore Gianfranco Jannuzzo, poi l’avvocato Marco Catelli, da cui ha avuto il figlio Matteo.