Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

• Milano 16 marzo 1959. Sarta. Figlia di Ferdinando e Marcella, laureata in Lingue e letterature straniere all’Università Cattolica di Milano, è l’unica donna nel mondo dell’alta sartoria maschile: dall’82 nella storica sartoria del padre («da non confondere con altri Caraceni, perché veniamo tutti da Ortona, in Abruzzo, ma non siamo parenti»), alla sua morte, nel settembre 2004, prese le redini dell’azienda (9 dipendenti per non più di 400 capi l’anno) che prepara «interamente a mano» abiti per Yves Saint-Laurent, il barone Rothschild, l’Aga Khan, Giuseppe Gazzoni Frascara, Diego Della Valle, Silvio Berlusconi (fino al 2007, poi scalzata da Luca Litrico), i maschi della tribù Benetton ecc.
• Separata, due figli maschi.