Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 15 Venerdì calendario

Cianciana (Agrigento) 2 novembre 1950. Giornalista e scrittore. • «Tiene sul quotidiano Il Giornale la rubrica “Il Santo del Giorno” in cui racconta esistenze e martìri di migliaia di protagonisti del cattolicesimo, con stile disinvolto ed efficace. Autore di numerosi saggi di argomento religioso, tra cui San Gennaro (1986) e La vita di Padre Pio (1986), entrambi editi da Piemme, ha avuto un “percorso accidentato”. Prima sessantottino convinto, musicista (ha inciso con Fabrizio De André) e fumettaro (adora Batman di Frank Miller), è stato poi “folgorato sulla via di Damasco”» (Mirella Armiero).
• In Come fu che divenni c.c.p. (cattolico, credente e praticante), Lindau nel 2011, racconta la sua conversione al cattolicesimo romano: «Non è che prima fossi protestante... sono stato battezzato nel rito di Santa Romana Chiesa ma poi... ho smarrito la via. Per ignoranza. Per noncuranza... per mettersi a fare il cristiano ci vuole, appunto, una conversione”» (a Antonio Gaspari) [zenit.org 25/2/2011].
• «Da quando Andrea Camilleri è diventato famoso, gli è successo un po’ di tutto: giornalisti che lo chiamano per chiedergli di Montalbano e delle nuove avventure; gente che giura di averlo visto a cena con Sophia Loren; editor che gli chiedono con quante ’emme’ si scriva il suo cognome. Ora ha scritto anche un giallo. E se qualcuno si sbagliasse?» (Giorgio De Rienzo) [CdS 3/2/2001].
• Scrittore prolifico, oltre 40 titoli ad oggi. Da ultimo Medjugorje, il cammino del cuore (Mondadori).