Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

Benevento 15 febbraio 1949. Ingegnere. Segretario dell’Autorità di bacino per il fiume Sele. Improvvisamente famoso da quando (16 gennaio 2008) la consuocera Alessandrina Lonardo Mastella finì agli arresti domiciliari (lui si salvò perché ricoverato in ospedale): secondo l’accusa sarebbe l’organizzatore di una rete di illeciti (contro di lui 18 capi di imputazione). Fatale sarebbe stato il tentativo di farsi cancellare una multa per eccesso di velocità dal sindaco di Alvignano, già intercettato per tutt’altre indagini, da lì la decisione di intercettare pure lui e la scoperta dei fatti che avrebbero portato all’arresto.
• «È Camilleri che organizza il metodo per pilotare i concorsi in enti locali della Campania attraverso l’affidamento della preselezione dei candidati a una società vicina all’Udeur. È Camilleri che riesce a far aggiudicare alla Vams Ingegneria srl, di cui è socio, un appalto di un milione e duecentomila euro per un intervento nella Piana del Sele. Ed è ancora Camilleri, secondo quanto scrive il gip, in qualità di componente della commissione che deve assegnare gli incarichi all’Autorità di Bacino Sinistra Sele, a falsificare i verbali e a piazzare sedici candidati, tra ingegneri, architetti, geologi e geometri, in un concorso che prevedeva trenta incarichi» (Fulvio Bufi).
• Vennero revocati sia gli arresti domiciliari, sia il divieto di dimora in Campania dopo oltre 5 mesi dall’arresto [Il Sannio Quotidiano 2/7/2008; altrabenevento.org].
• Mastella si candida sindaco di Benevento e il consuocero vince gli appalti per la realizzazione di una stazione di autobus extraurbani: «La società vincitrice è per il 55% di proprietà dell’ingegnere Carlo Camilleri...» [gli italiani 5/6/2010].
• «Nove richieste di rinvio a giudizio da parte del pm Giacomo Iannella nell’ambito dell’indagine avviata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere e poi trasferita a Napoli, che il 16 gennaio del 2008 aveva travolto l’Udeur provocando le dimissioni del ministro alla Giustizia Clemente Mastella e la caduta del Governo Prodi. Le richieste di rinvio a giudizio riguardano Carlo Camilleri... » (Redazione) [Il Sannio Quotidiano del 17 settembre 2010], (altrabenevento.org).
• «Concorso al Consorzio di Bacino Sinistra Sele: non ci furono irregolarità. Lo ha stabilito oggi il gup del tribunale di Salerno, Elisabetta Boccassini che nel corso dell’udienza preliminare ha prosciolto tutti gli imputati "perchè il fatto non sussiste". Si tratta di Carlo Camilleri ... Il concorso era finalizzato alla contrattualizzazione per sei mesi di 30 professionisti. L’accusa era quella di aver favorito 16 professionisti (Redazione) [La Repubblica 14/11/2012].