Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 14 Giovedì calendario

Torino 2 febbraio 1960. Politico. Dell’Udc. Chirurgo oncologo. Eletto deputato nel 2006, 2008 (Unione, Pd). Nella XVI legislatura segretario della Commissione parlamentare per l’infanzia, membro della Commissione affari sociali.
• Ex democristiano: «Dopo “l’appello ai liberi e forti” di Mino Martinazzoli mi sono iscritto al Ppi». Già vicesindaco di Torino (con Sergio Chiamparino), nel 2006 fece scalpore la sua opposizione al passaggio del Gay Pride dal centro storico, l’anno prima voleva vietare la mostra dell’artista statunitense perché conteneva foto di nudi.
• Considerato parte dell’area teodem del Pd, nel 2009 è passato all’Api di Rutelli, da cui è uscito nel 2011 per entrare nell’Udc di Casini (dal 29 marzo 2011 al 14 marzo 2013, data, quest’ultima, in cui cessa il suo mandato parlamentare).
• Fece parte di quella schiera di cosiddetti «teo-dem», che uscirono dal Partito Democratico dopo l’elezione di Bersani alla segreteria.
• Quattro figli.