Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2018  maggio 23 Mercoledì calendario

• Modena 16 maggio 1950. Medico. Neuropsichiatra infantile. Presidente e fondatore di Telefono Azzurro.
• Nel 2010 ha così commentato l’arresto del regista Roman Polanski: «In termini di principio è necessario mantenere la certezza della pena. Certo in questo caso, come in tanti, si pone il problema: ma ha ancora senso quella pena? Non si può però non ragionare sul fatto che chi compie questo genere di reati di solito tende a sfuggire al castigo con sistemi simili a quelli usati dal regista in questi anni, cercando asilo in Paesi dov’è difficile avere l’estradizione. La Svizzera ha fatto bene, mentre mi stupisco della Francia che ha giustificato una persona che ha alle spalle una responsabilità gravissima. E aggiungo che anche il mondo della cultura ha una responsabilità, per non aver preso una posizione decisa di condanna».