Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 15 Venerdì calendario

• Roma 23 settembre 1974. Cantante. Nipote di Aldo Moro (figlio di Maria Fida).
• «Il nipote “carissimo”, come lo definiva nelle lettere scritte dal “carcere”, tratti inconfondibili per chiunque abbia visto almeno una foto del nonno, per sopravvivere fa l’insegnante di educazione fisica ma per vivere suona la chitarra, compone canzoni e canta con una voce dura, avvolgente, una voce non facile. Chi ha visto il film Piazza delle Cinque Lune dedicato alla vicenda Moro lo ricorderà con il pezzo scelto per chiudere la pellicola: Maledetti voi, signori del potere, un vero urlo di dolore e duro atto d’accusa dei politici, scritto e musicato da lui. “Ha una voce alla Paolo Conte” sostiene Cristiano Malgioglio, una voce da blues sosterrebbe lui, visto che è il suo genere preferito» (Flavia Amabile).