Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

• Boscochiesanuova (Verona) 13 febbraio 1945 – Roma 3 agosto 2014. Enogastronomo. Fondatore del Gambero rosso, creatore del marchio ed ex direttore della relativa rivista mensile. Autore del blog papero giallo.net e firma della Gazzetta Gastronomica. Redattore del Manifesto per dieci anni, nel 1986 persuase la direzione del giornale a pubblicare ogni primo martedì del mese un inserto di otto pagine dedicato al mangiare, al bere e alla cultura enogastronomica italiana. Testata: Il Gambero rosso. Il supplemento, pur affrontando un argomento impensabile per un giornale tutto politico come quello, mantenne nella grafica, nella scrittura e nel tono generale una connotazione di sinistra. Aumento delle vendite del 30 per cento e creazione della società Gambero rosso srl (1987), prima Guida dei Vini d’Italia (1988), uscita in edicola – e non più come inserto del Manifesto – del mensile Il Gambero rosso (1992), espansione all’estero a partire dal 1995 con la prima versione tedesca delle Guide Vini d’Italia e Ristoranti d’Italia. In quell’anno uscì anche il trimestrale Wine Travel & Food.
• «Siamo stati i primi a comprendere l’importanza dell’enogastronomia, che ritengo una delle più grandi ricchezze del nostro Paese. Posso dire che abbiamo segnato l’universo del bere e del mangiare italiano. Faccio l’esempio del vino: quando iniziammo si era ai tempi dello scandalo legato al metanolo e la Guida dei Vini d’Italia diede il via al rinascimento del vino italiano, accompagnando il sorgere e il crescere di nuovi e giovani imprenditori. Un mondo che abbiamo seguito, condizionato, aiutato».
• Dal 1999 Gambero rosso è anche un canale tematico satellitare. Nel 2002 Bonilli creò, a Roma, la Città del Gusto, un edificio di cinque piani, interamente cablato, che ospita scuole, studi tv, negozi, ristoranti.
• Ha destato sorpresa il licenziamento dal Gambero Rosso avvenuto nel settembre 2008: «Sono arrivati in redazione il nuovo gestore del gruppo Gr Holding, Paolo Cuccia, e Luigi Salerno, uno che avevo fatto entrare io in società, con la raccomandata con la quale mi licenziavano in tronco. Ho dovuto sbaraccare l’ufficio in un amen. Per loro ho creato danno alla società, per me hanno soltanto avuto mancanza di stile». Ha negato quella che gli viene attribuita come la causa del licenziamento, l’esistenza di un buco di venti milioni di euro: «Se buco c’è, è inferiore a 5 milioni di euro». Nel 2010 il Tribunale di Roma gli ha dato ragione e condannato il Gambero Rosso a risarcirlo per l’ingiusto licenziamento.
• Nel 2011 ha raccontato al Fatto Quotidiano di aver ceduto le sue quote a Panerai (l’editore di Class) e non a Paolo Cuccia, e che Daniele Cernilli avrebbe sempre voluto il suo posto (lo accettò e poi si dimise nel 2011). «Nel 2006 ho ceduto il 51,5% delle quote a Euroclass di Panerai, che si è avvalso della Compagnia Fiduciaria Nazionale per mantenere il tutto riservato e evitare i problemi del conflitto di interessi. Un anno dopo, col moltiplicarsi delle voci e indiscrezioni, Panerai ha chiesto il mio accordo a che il contratto fiduciante di Compagnia Fiduciaria Nazionale venisse trasferito da Euroclass a Food Fund srl, di Paolo Cuccia (4%) e sua moglie (96%), in quanto aveva necessità di allontanare il più possibile il legame tra sé e il Gambero Rosso. Cioè di occultare il conflitto di interessi e non screditare il gruppo. Io ho accettato la sua richiesta. Non è la prima volta che Cuccia opera per conto di Panerai, visto che era nel Cda della Compagnia Immobiliare Azionaria» (Gian Luca Mazzella) [Fat 27/2/2011]. Sia Panerai che Cernilli hanno smentito tutto.
• Sposato con Mariella.