Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 15 Venerdì calendario

• Parma 26 maggio 1953. Ex giocatrice di basket. Ha collaborato con la Gazzetta dello Sport e il Corriere della Sera.
• «Era una vamp dello sport, una donna da copertina. Grande giocatrice di basket, una bella carriera con il Geas e con la Nazionale azzurra, è stata una campionessa diversa e originale. La prima a dichiararsi femminista, a non vergognarsi di indossare le mini e portare i tacchi, lei già gigante di natura, la prima a lottare da sindacalista per i diritti delle sportive, la prima in un momento in cui l’attività femminile era timida e dimessa ad alzarsi sulle punte e a puntare sull’immagine. Le altre si nascondevano, lei inventava ogni settimana un taglio e un colore nuovo di capelli, le altre si oscuravano, lei faceva la presentatrice in tv, le altre si facevano piccole, lei girava con la spider, andava a ballare, aveva molti amori» (Emanuela Audisio).
• Affiancò Adriano De Zan nella conduzione della Domenica sportiva 1980/1981: «Si arrabbiavano quando mi vestivo con i pantaloni, loro volevano le mini, volevano vedere le gambe».

• Va spesso in vacanza in Africa, dove ha conosciuto il marito: «Mio marito, Ryadh Bousrih, era il capo della reception dell’hotel tunisino in cui ero andata due anni fa l’unica volta che avevo derogato al mio principio di vacanze selvagge e non organizzate. Si vede che era davvero destino. Ci siamo sposati l’anno scorso a Port el Kantaoui, una cerimonia bellissima, piena di rituali come dipingersi le mani con l’henné» (Luigi Bolognini) [Rep. 5/8/2006].