Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 12 Martedì calendario

• Roma 28 aprile 1981. Conduttrice tv. Delle Iene (dal 2007 al 2015) e della prima edizione del Grande Fratello Vip (settembre 2016, Canale 5). «Sei la donna della mia vita» (messaggino di Francesco Totti, pochi mesi dopo averla conosciuta).
Vita Moglie di Francesco Totti (dal 2005), tre figli, Cristian (6 novembre 2005), Chanel (13 maggio 2007) e Isabel (10 marzo 2016).
• Famiglia «normalissima, papà nell’industria farmaceutica, mamma casalinga. Tre sorelle Silvia, Ilary e Melory».
• A scuola non andava tanto bene: «Ho preso sessanta». Sessanta sessantesimi? «No. Sessanta centoventesimi». Insomma il minimo. «Però io dico sessanta. Così uno dice: “Ammazza che brava!”».
• «A quattro anni ho fatto dei provini, perché amici di mia madre cercavano per uno spot una bimba un po’ “tedesca”. Bionda con gli occhi chiari, avevo un visino da pubblicità. Poi mi hanno scelta per i film. Mi divertivo e non lo consideravo un lavoro, giocavo a ripetere battute, non sapevo di recitare».
• La popolarità arriva nel 2001 grazie alla televisione e alle sue apparizioni come “letterina” di Gerry Scotti nel quiz di Canale 5, Passaparola, dove rimarrà fino al 2003. La consacrazione arriva poi nel 2004 quando Fabio Fazio la vuole accanto nel suo nuovo varietà-meteo su Raitre, Che tempo che fa. Nel 2006 affianca Giorgio Panariello nella conduzione del Festival di Sanremo insieme a Victoria Cabello. Nel gennaio 2007 sostituisce alle Iene Cristina Chiabotto, con la quale aveva condotto una deludente edizione del Festivalbar. Da allora è rimasta ininterrottamente al timone delle Iene (è andata in video col pancione, suscitando generale simpatia), alternando vari partner alla conduzione (Luca e Paolo, Fabio de Luigi, Enrico Brignano, Luca Argentero, Alessandro Gasmann, Claudio Amendola, Teo Mammuccari): «Ne ha già sotterrati otto. “Tutti passano e io resto”, ride lei. Lei rimane, gli uomini intorno a lei spariscono» (Renato Franco) [Cds 15/1/2013].
• «A che genere appartengono Le iene? Al genere inchiesta, non c’è dubbio. E anche a quello delle buone inchieste. Che ci fanno allora i due presentatori Ilary Blasi e Teo Mammucari? E i miei amati Gialappi? Non è che i presentatori, con le loro penose gag e i loro imbarazzanti balletti, sono un espediente tutto italiano per ottenere dalla Siae qualche soldo un più sui diritti d’autore? È solo un’evoluzione del format originale?» (Aldo Grasso) [Cds3/10/2013].
• È stata testimonial pubblicitaria di molte marche. Ha dato inizio a un’attività di stilista, disegnando capi per bambini presentati poi a Pitti Uomo (gennaio 2008). La linea si chiama “Never Without You” (“Mai senza di te”), realizzazione di Isabella Cozzi e Candido Monacelli, licenza Superginn. Blasi: «Il nome può riferirsi a una persona come a un capo d’abbigliamento, a un fidanzato piuttosto che a un jeans, mai assente dal guardaroba». Nell’ottobre 2013 la Never Without You srl, di cui Totti e la Blasy detenevano il 50%, è stata messa in liquidazione: nel bienno 2011-2012 aveva accumulato perdite per oltre 65.000 euro (Andrea Giacobino) [Iog 12/10/2013].
• La madre, Daniela Serafini, è la vera creatrice degli stravaganti nomi di famiglia, compreso Chanel (ha battezzato la figlia più piccola Melory). La scelta del nome Chanel ha provocato molti commenti, neanche troppo critici, benché fosse la prima volta, almeno a memoria, che a un neonato veniva imposto il nome di una marca. Nel maggio 2007 la signora Serafini è stata ammessa nel corpo dei vigili urbani di Roma (concorso del 2000 al termine del quale è entrata in graduatoria e infine assunta nel 15° Gruppo, ovvero la zona compresa tra viale Marconi e il Corviale).
• L’ultima nata, Isabel, venuta alla luce alle 19.40 del 10 marzo 2016 alla Mater Dei di Roma, per il ginecologo «assomiglia a Chanel e a Francesco. Lui ha assistito al parto e fino alla fine non capiva se fosse maschio o femmina perché il cordone ombelicale che non lo faceva vedere. Il nome? pensavano a Gioia o Linda» (Pinci) [Rep 11/3/2016].
• Amore Il capitano della Roma le fu presentato dalla sorella: «Ci siamo conosciuti a gennaio e siamo andati a vivere insieme a marzo».
• Era il 10 marzo del 2002 quando Totti ufficializzò quel legame nato da pochissimo festeggiando il quinto gol in un derby vinto 5-1 con la famosa t-shirt «6 Unica», mostrata e dedicata alla (futura) moglie in tribuna.
• «Troppo facile chiamarla Pupona. La ragazza chiusa nel tailleur bon ton, che porta sandali-trampoli come una comune mortale i vecchi mocassini, che si accarezza le punte dei capelli perché non osino ribellarsi, non ci sta a giocare solo il ruolo della bionda. Ilary Blasi ha un sorriso pieno di denti bianchi che è la soddisfazione dell’Associazione medici dentisti. I tifosi la invidiano, in quanto moglie di Francesco Totti; lei del marito parla poco. Lo ha sposato in regime di separazione di beni, da brava ragazza autonoma, e il ruolo di moglie non le piace granché» (Silvia Fumarola).
• La cerimonia di nozze con Totti fu trasmessa in diretta da Sky Tg 24 il 19 giugno 2005, con i proventi dell’esclusiva dati in beneficenza: «Quando si scambiano la promessa di fedeltà Ilary Blasi si china sul microfono come se rispondesse alle domande di un telequiz, interagisce con il sacerdote come fosse il presentatore, sbattendo le ciglia cerca l’applauso. Di splendente bellezza, ride dall’inizio alla fine più che sorridere. Si sventola con il libriccino delle preghiere, si volta, si distrae, fa commenti inteneriti sulla damigella che porge le fedi tempestate di brillanti, si guarda intorno a cercare approvazione, schiocca baci, fa una smorfia mentre beve un sorso di vino consacrato, sangue di Cristo. Non un semplice battimani ma una standing ovation saluta il capitano della Magica e l’ex miss cinema Lazio, come se si fosse accesa di colpo l’insegna luminosa con scritto applausi. Sacro e profano si mescolano. Il Vangelo secondo Matteo e gli stacchetti con le veline. Scambiatevi il segno della pace e il cellulare che squilla. Confesso a Dio Onnipotente e “Mo’ je faccio er cucchiaio”» (Laura Laurenzi) [Il giorno più bello, Rizzoli, 2008].
• «Mio marito è un po’ fissato con il sesso. Ma per fortuna ci sono ritiri e allenamenti» [Chi 8/9/2010].
• «Fra me e lui i maschi guardano lui, è una battaglia persa. Mi sono rassegnata!» (Paolo Martini) [Chi 8/6/2011].
• Dal 2013 vivono in un super attico nell’Eurosky Tower, grattacielo alto 120 metri all’Eur, con 27 piani di appartamenti extralusso [Dag 12/12/2012].
• Salvatore Taverna ha pubblicato una biografia non autorizzata dal titolo Totti & Ilary. Una grande giocosa storia d’amore (Fazi, 2010).
Tifo Prima di conoscere Totti era laziale, come i genitori e le sorelle.