Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 11 Lunedì calendario

• Roma 22 febbraio 1933. Neuroscienziato del Mit, dove è stato tra le altre cose presidente del Dipartimento di Brain e Scienze Cognitive (1986-1997) e direttore del Collegio Whitaker di Scienze della Salute, Tecnologia e Gestione (1983-1989). Nel 1998 è eletto all’Accademia dei Lincei a Roma, nel 2001 nominato ricercatore presso l’Istituto McGovern for Brain Research. Nel 2004 riceve una laurea honoris causa in Ingegneria Biomedica dall’Università di Genova e l’anno seguente è eletto all’Istituto di Medicina dell’Accademia Nazionale. Nel 2005 il Presidente della Repubblica Italiana gli consegna la medaglia d’oro per i contributi scientifici e l’anno seguente è eletto Presidente dell’Accademia Americana delle Arti e delle Scienze (fondazionepatriziopaoletti.org).
• L’interesse primario degli studi di Bizzi è comprendere come il cervello controlla i movimenti volontari, cioè come il sistema nervoso centrale traduce l’intenzione in attivazione muscolare. Le sue indagini sui moduli muscolari potrebbero portare a modelli estremamente avanzati per la riabilitazione. Inoltre il suo laboratorio collabora con i neurochirurghi per sviluppare una nuova generazione di protesi neuronali (ibidem).
• «Fra i risultati del mio lavoro ci sono tecniche di realtà virtuale per reinsegnare un minimo di attività motorie a chi è stato colpito da ictus ma ha mantenuto intatta una parte di cellule cerebrali» (a Maria Teresa Cometto). [Cds 27/3/2006]
• Grande appassionato di tennis.