Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 12 Martedì calendario

• Milano 28 novembre 1957. Giornalista. Di Radio 24. Autore, regista e interprete di teatro civile.
• «Gira le piazze come un antico cantastorie a svegliare le coscienze dei cittadini. Nel suo repertorio ha Marzabotto, piazza Fontana, il treno Italicus; Peppino Impastato e Giorgio Ambrosoli; le stragi di mafia, l’assassinio di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino; le vittime dell’odio rosso-nero negli anni di piombo, quando ci si sparava in strada per niente. Insomma, non il delittaccio che suscita brividi morbosi tra uno spot e l’altro. Bensì le stragi dimenticate per insipienza o, ancora più grave, per interessi e depistaggi» (Bruno Ventavoli).
• Testi raccolti ne Il Paese della vergogna (Chiarelettere, 2007). Da ultimo ha scritto Enzo Tortora, dalla luce del successo al buio del labirinto (Aliberti, 2013) e Giovanni e Nori, una storia di amore e di Resistenza (Laterza, 2014).
• Premio Raffaele Ciriello 2009 per il libro Passione Reporter (Chiarelettere, 2009). Nel 2011 ha vinto il Premio Speciale Unesco per lo spettacolo teatrale Aquae Mundi con il jazzista Gaetano Liguori.