Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

• Sassari 25 luglio 1932. Eurodeputato Pd. Giurista. Presidente del Comitato per la diffusione della cultura scientifica. È stato rettore dell’Università di Siena (dove ha insegnato per anni). Fratello di Sergio e cugino del leader comunista Enrico, fu eletto deputato nel 1963, 1994 e 1996, senatore nel 2001 (Pci-Pds-Ds). Ministro dell’Università per un giorno nel governo Ciampi (si dimise dopo il voto contrario del parlamento alla richiesta di autorizzazione a procedere contro Bettino Craxi), ministro della Pubblica istruzione nel Prodi I, D’Alema I e II. Nel quadriennio 2002-2006, membro del Csm e, dal 2004 al 2007, fondatore e presidente della Rete Europea dei Consigli di giustizia (ENCJ). Dal 2007 è Presidente della Commissione di Garanzia del Pd. Nel 2010 firma il manifesto per un’Europa federale.
• «Ordinario di Storia del diritto italiano negli Stati sardi, schiatta d’origine di notabili sassaresi, mazziniani, massoni, socialisti, antifascisti e comunisti. A Giampiero Mughini che ai tempi di Gorbaciov gli chiedeva come mai dei giovani borghesi educati alla lettura di Benedetto Croce e di Platone s’erano potuti invaghire dello stalinismo, rispose “Quello è un buco nella storia della mia generazione”. Miope, indossa volentieri montature senza lenti di fronte alle telecamere. Parla con timbro da mezzo soprano e una dolce inflessione sarda» (Pietrangelo Buttafuoco).
• Dopo la distruzione della Città della Scienza a Napoli (marzo 2013) è intervenuto annunciando «l’impegno in prima persona del Comitato da lui presieduto».
• Sposato con Marcella, da cui ha avuto Iole e Aldo.